India: resta in carcere Disha,la Greta indiana pro contadini

Accusata di sedizione

(ANSA) – NEW DELHI, 22 FEB – Il tribunale di Delhi ha prorogato di un ulteriore giorno, dopo gli iniziali sei, la custodia preventiva per Disha Ravi, l’ambientalista ventiduenne nota ormai come la Greta indiana. Disha è stata prelevata dalla sua abitazione a Bangalore e portata a Delhi dove è stata arrestata il 13 febbraio, con l’accusa di avere stilato il "toolkit", lo strumento che contiene indicazioni per sostenere la mobilitazione degli agricoltori contro le leggi di riforma del commercio agricolo approvate a settembre. Secondo la denuncia della polizia di Delhi, Disha, delle fondatrici del gruppo Fridays For Future India, il "toolkit" avrebbe contribuito a scatenare i disordini del 26 gennaio, quando la marcia dei trattori organizzata dagli agricoltori è degenerata in scontri al Red Fort di Delhi, unico episodio di violenza in quasi tre mesi di proteste pacifiche. L’arresto della giovane ambientalista ha suscitato un’ondata di indignazione in tutto il mondo: Disha ha avuto l’appoggio della stessa Greta Thunberg, della popstar Rihanna e di Mera Harris, nipote della vicepresidente anericana Kamala. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.