India: via indigeni per riserve a tigri

Survival

(ANSA) – NEW DELHI, 11 DIC – Un nuovo rapporto di Survival International denuncia l’illegalità dei recenti sfratti di massa di popolazioni indigene indiane, cacciate dalle loro terre per creare riserve per le tigri. Lo studio, reso noto in occasione delle giornata mondiale Onu dei diritti umani, evidenzia come in almeno tre casi, nella riserva di Kanha, in quella di Amrabad, e a Magarhole, i funzionari delle riserve e le guardie forestali abbiamo trasferito centinaia di famiglie tribali dalle foreste, nelle quali vivevano da secoli, in campi di accoglienza, usando la forza. Stephen Corry, Direttore generale di Survival, denuncia che gli sfratti sono stati condotti dal Dipartimento indiano per le foreste, e che "le grandi organizzazioni per la conservazione, come la Wildlife Conservation Society (WCS) e il WWF, li sostengono, sia direttamente sia indirettamente".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.