Industria serica, crescita del fatturato. Il mercato si rivolge soprattutto al prodotto stampato

Tessile Milano Unica

L’industria serica comasca ha chiuso il 2018 con una crescita del fatturato stimabile attorno al 3,5-4%, in base alle prime indicazioni di preconsuntivo. Il dato è stato diffuso da Unindustria Como proprio nel giorno in cui a Rho Fiera è stata inaugurata Milano Unica, tra le più importanti manifestazioni a livello internazionale che riguardano il tessile. Domani la chiusura.
I primi nove mesi dell’anno sono stati positivi – specifica ancora Unindustria – mentre nell’ultimo trimestre si è verificato un rallentamento.
Il prodotto stampato ha continuato a godere dell’attenzione del mercato e del fattore moda, a discapito di quello tinto in filo o tinto in pezza. Anche nel 2018 la consueta eterogeneità tra i risultati delle singole aziende ha avuto un’accentuazione. L’andamento delle vendite ha evidenziato una lieve riduzione rispetto al 2017, a differenza di quanto riscontrabile per il fatturato.
In questo quadro complessivo il tessuto per abbigliamento femminile rimane la componente più ragguardevole e rappresenta i due terzi circa del fatturato serico. Come già nel 2017 si è verificata una ulteriore accentuazione del ricorso alle fibre chimiche continue, soprattutto il poliestere, in presenza di quotazioni del filo di seta poco stabili.
La cravatteria, che proviene da un periodo di strutturale ridimensionamento, ha mantenuto il livello del fatturato, seppur in presenza di una ulteriore riduzione dei volumi. L’accessorio tessile femminile (foulards, scialli, sciarpe, stole, bandane) ha chiuso il 2018 con risultati favorevoli, soprattutto in termini monetari. In questo caso la dinamica è stata positiva anche nel corso dell’ultimo trimestre.
Il distretto, per i suoi tessuti ed i suoi accessori, destina direttamente all’esportazione più di metà di quanto produce: si parla del 75%, se si considerano anche le vendite dei capi confezionati Made in Italy, fabbricati con tessuti comaschi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.