Influenza al via la campagna, vaccini dal 3 novembre

L’Ats Insubria ha coinvolto anche l’Auser e le Parrocchie

La campagna di vaccinazione contro l’influenza dell’Ats Insubria avrà inizio giovedì 3 novembre 2016.
La vaccinazione antinfluenzale rientra nell’ attività di promozione della salute, ed è ricompresa tra le attività di competenza specifica della Ats. Nel territorio di Como, a fianco dell’Ats Insubria, che ha il compito di governance della tutela della salute, sono coinvolti nella campagna vaccinale l’ASST Lariana con i suoi ambulatori territoriali, ed i Medici di assistenza primaria.

La collaborazione è attiva anche con alcune strutture sanitarie accreditate e con le Residenze Assistenziali per Anziani (RSA).
L’obiettivo è aumentare l’adesione delle persone cui è raccomandata la vaccinazione, attraverso la maturazione di una visione dell’importanza di vaccinarsi, dei vantaggi della prevenzione e quindi del “prendersi cura di sé”.

ATS Insubria ha dedicato particolare attenzione anche agli aspetti comunicativi. Un invito personalizzato, spedito a casa, è rivolto a coloro che nel 2016 compiono 65 anni – quasi 18.000 persone nell’ATS Insubria, di cui 7.500 nel territorio di Como – cui viene per la prima volta offerta la vaccinazione gratuitamente.
Più in generale, l’invito a vaccinarsi è agli ultra65enni ed a tutte le categorie a rischio. Lo scorso anno, territorio di Como si sono vaccinate 73.000 persone. Si intende aumentare la copertura vaccinale anche tra i malati cronici, di età inferiore a 65 anni, cercando di superare il numero dei 6100 che nella scorsa stagione hanno ricevuto il vaccino.

Sono state acquistate 70.000 dosi di vaccino antinfluenzale per il territorio di Como, con la possibilità di fornitura di ulteriori 15.000 dosi, regolandosi sulla base del monitoraggio dei dati vaccinali nel corso della campagna.

A supporto della campagna di comunicazione c’è la preziosa la collaborazione di Auser e della Pastorale della Salute della Curia di Como. Quest’ultima provvederà alla distribuzione nelle parrocchie del materiale informativo. Un ulteriore sostegno verrà fornito dai Comuni, che hanno la possibilità di diffondere il materiale informativo scaricabile dalla sezione dedicata sul sito di Ats Insubria.
La copertura vaccinale antinfluenzale lo scorso anno in Lombardia si è attestata sul 48%, mentre nel territorio di Como ha raggiunto il 49%. Nella stagione precedente, il picco epidemico è stato raggiunto a febbraio. In Italia sono stati segnalati 89 casi gravi e 32 decessi da influenza. Di rilevare è che il 76% dei casi gravi e il 63% dei decessi della passata stagione presentava almeno una patologia cronica per la quale la vaccinazione è raccomandata.

La dottoressa Anna Maria Maestroni – Direttore Sanitario dell’Ats Insubria – ribadisce che “La campagna di vaccinazione antinfluenzale 2016-17 punta particolarmente al prendersi cura di sé e degli altri: “Prevenire l’influenza è una scelta. Tu da che parte stai?” è l’invito ai cittadini, proprio a sottolineare che essere in salute è una scelta consapevole e libera. Il nostro obiettivo – prosegue Maestroni – è rendere i cittadini sempre più partecipi e artefici del loro stato di salute: la vaccinazione antinfluenzale consente di prevenire la comparsa delle complicanze dell’influenza, particolarmente pericolose per la popolazione sopra i 65 anni e per le categorie a rischio”.

Maggiori informazioni nella sezione dedicata del sito dell’Ats Insubria (CLICCA QUI)

Articoli correlati