Inizio traumatico, la Libertas si lecca le ferite

Pallavolo – Serie A2
Il team manager dopo lo stop a Sora: «Sbagliamo ancora troppo»
Libertas Cantù e Reggio Emilia a 0 punti, all’ultimo posto nella classifica di serie A2. Per parlare di crisi è troppo presto, ma certo è che la falsa partenza della formazione brianzola lascia l’amaro in bocca, unito a un desiderio di riscatto fin dal prossimo incontro in programma domenica al palasport Parini contro il Carige Genova. La speranza è di muovere la graduatoria con il supporto del pubblico di casa che, finora, è sempre stato vicino alla sua squadra.
Il team manager dei brianzoli

, Carlos Rasores, torna sull’ultima gara, persa nettamente a Sora con il punteggio di 1-3. «Ci sono stati troppi punti buttati via con appoggi imprecisi, battute non forzate finite in rete che alla fine hanno pesato molto – afferma il dirigente – Sora è un’ottima squadra e non gli si possono concedere certi regali. Hanno un opposto di categoria superiore, ma soprattutto compiono meno errori». E quello dei troppi sbagli è un tema su cui aveva battuto il tasto, esattamente una settimana fa, il presidente Ambrogio Molteni. «In questa categoria, quando si commettono errori si viene sempre puniti» aveva sottolineato il massimo dirigente. «Sappiamo che dobbiamo lavorare su questi automatismi per crescere – conclude il team manager della compagine brianzola – Spiace solo aver visto un incontro fotocopia rispetto alla prima di campionato». Infatti, anche il match contro il “CheBanca! Milano”, disputato al palasport Parini, si era concluso con lo stesso punteggio.
Non sarà una settimana di lavoro facile per coach Max Della Rosa, anche se l’incontro contro Genova pare più alla portata dei canturini: i liguri, infatti, finora hanno conquistato soltanto un punto.

Nella foto:
Attacco del centrale della Libertas, Marco Pavan. I canturini hanno ancora zero punti (Milanta)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.