Inquinamento oltre i limiti, prime misure per ridurre lo smog

Niente pioggia e neppure la neve. La morsa dello smog non accenna a diminuire a Como. Da oggi, così, decimo giorno dal primo superamento dei limiti di inquinamento, vengono attivate (soltanto nel capoluogo) le cosiddette misure di primo livello previste dal Protocollo regionale per il miglioramento della qualità dell’aria. L’ultima rilevazione media fra le centraline di Como, Erba e Cantù ha fatto segnare 52 microgrammi per metro cubo.

Le misure saranno sospese dopo due giorni consecutivi sotto il limite di 50 microgrammi, con acquisizione del dato al terzo giorno da parte del sistema di rilevamento di Arpa Lombardia. Non si tratta di un blocco particolarmente doloroso per le automobili. Euro 0 benzina, Euro 0, Euro 1, Euro 2 diesel, motocicli e ciclomotori a due tempi Euro 1, già interessate dallo stop all circolazione in vigore dal 15 ottobre al 15 aprile dalle 7.30 alle 19.30, nelle giornate dal lunedì al venerdì, escluse quelle festive infrasettimanali, si fermano anche sabato, domenica e festivi infrasettimanali, sempre dalle ore 7.30 alle ore 19.30. Divieto di circolazione anche per i diesel Euro 3 (non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato) nelle seguenti fasce orarie: autoveicoli per il trasporto persone dalle ore 9 alle ore 17, autoveicoli per il trasporto cose dalle ore 7.30 alle 9.30.

Viene imposta la riduzione di 1 grado del valore massimo delle temperature dell’aria nelle abitazioni e negli spazi ed esercizi commerciali. Ovvero si passa da 20° a 19° con tolleranza di 2°. Fanno eccezione alberghi, pensioni e attività similari; ospedali, cliniche o case di cura e assimilabili, centri di cura di minori o anziani o disabili, piscine, saune e assimilabili, palestre e tutte le scuole, compresi gli asili nido. Negli esercizi commerciali si devono tenere le porte chiuse. Se si dispone di un impianto di riscaldamento alternativo non si possono accendere stufe o caminetti a legna o pellets. Vietati i falò, i barbecue e i fuochi d’artificio. Tutti i veicoli in sosta devono avere il motore spento. Previsto infine il divieto di spandimento dei liquami zootecnici.

P.An

Articoli correlati