Insegnante morta: fatale una emorragia addominale

Ospedale Valduce

Un’emorragia addominale improvvisa e inarrestabile. Questo, secondo i primi dati emersi dall’autopsia effettuata questa mattina, ha fermato per sempre il cuore della professoressa comasca di 41 anni e della bimba che portava in grembo, morta insieme alla sua mamma senza che i medici dell’ospedale Valduce, intervenuti tempestivamente, potessero fare nulla per salvarle. La docente, già mamma di un bambino di 6 anni e al sesto mese di gravidanza, lunedì mattina stava facendo lezione in una scuola media dell’Erbese. All’improvviso si è sentita male mentre era in classe.

Le sue condizioni sono precipitate rapidamente, fino purtroppo alla morte.
L’autopsia, effettuata al Valduce, ha chiarito che a causare il malore improvviso e letale sarebbe stata la rottura di un aneurisma di un’arteria della milza, che ha causato una perdita interna di sangue irrefrenabile. Per il referto finale dell’autopsia ci vorrà tempo. Il quadro presentato dai medici del Valduce ai familiari della sfortunata docente però sembra già chiaro nella sua drammatica realtà, quella di un malore imprevedibile e fatale. Non sono necessari ulteriori accertamenti, né tantomeno altre parole. C’è spazio solo per il silenzio e il dolore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.