Sport

Insulti. Curva azzurra squalificata

alt

Due turni di chiusura inflitti dal giudice sportivo ai tifosi per il loro comportamento durante la gara con la Reggiana

La temuta punizione è arrivata: due turni di chiusura per la curva del Como e 500 euro di multa per la società dopo gli insulti con “discriminazione terriutoriale” da parte dei tifosi azzurri durante l’anticipo di venerdì scorso con la Reggiana.
Lo ha stabilito il giudice sportivo della Lega Pro dopo aver letto il referto del direttore di gara e del collaboratore della Procura federale che ha seguito il match. I sostenitori lariani, come è noto, erano già stati ammoniti per lo stesso

motivo durante la trasferta di Bergamo con l’AlbinoLOeffe e il provvedimento era quindi atteso.
Nel referto, scrive il giudice sportivo, sono segnalati cori contro “più aree geografiche” e “verso l’istituzione calcistica”. Il provvedimento riguarda dunque la curva lariana che in questo modo sconterà anche la pena per la gara di Bergamo che, essendo la prima sanzione, era stata sospesa.
I fan lariani sapevano di essere nel mirino e venerdì scorso con la Reggiana si è visto lo stadio in due versione. I tifosi della tribuna laterale hanno preso con ironia la diffida, intonando anche cori di chiesa – non blasfemi – e comunque limitandosi a incitare la formazione di mister Giovanni Colella.
Quelli della curva, invece, nella prima frazione hanno limitato gli insulti, prendendosela sporadicamente con Reggio Emilia. Poi, nella seconda parte, davanti alle telecamere di RaiSport e al direttore generale della LegaPro, Francesco Ghirelli, questi stessi sostenitori lariani ne hanno avute per tutti, dai varesini agli atalantini senza dimenticare gli interisti oltre né gli avversari della serata. Senza dimenticare, come ha detto il referto, anche le istituzioni calcistiche.
E così è scattato il provvedimento, con la curva che rimarrà chiusa per due turni, quindi per la gara interna con il Venezia, in programma domenica prossima, e per quella successiva sulle rive del Lario, la sfida con la Carrarese del 15 dicembre. Doveroso ricordare, inoltre, che gli abbonati della curva non potranno acquistare il biglietto di tribuna. Abbonamenti e biglietti sono infatti nominali e la vendita sarà dunque interdetta a chi ha la tessera nel settore che ha subito la squalifica. Appositi e mirati controlli saranno effettuati allo stadio.
Tutto sommato contenuta, invece, la multa per la società lariana, solo 500 euro, anche perché lo stesso club aveva dato la massima collaborazione e aveva lanciato gli appelli prima della partita onde evitare che si arrivasse a questo punto.
Una curiosità. Sempre in questa tornata di decisioni del giudice sportivo è stata decisa la chiusura della curva dell’Ascoli.
Per quanto riguarda i giocatori, Antonio Giosa, difensore azzurro espulso nella gara contro la Reggiana, è stato fermato per un turno. Nel Venezia (prossimo avversario dei lariani) non ci sarà Max Taddei, bloccato per due turni “per avere volontariamente colpito con un calcio al ginocchio un avversario”.
Nell’elenco dei “cattivi” figura anche l’ex mister del Como Ninni Corda, che dovrà seguire il prossimo match dalla tribuna. Domenica scorsa l’attuale allenatore del Savona – che i sostenitori lariani ricordano come decisamente “vulcanico” – è stato infatti espulso a Vicenza per “comportamento irriguardoso verso l’arbitro”.
Una domenica decisamente poco tranquilla, quella appena passata, se si considera che il Lumezzane – che si trova nello stesso girone degli azzurri – ha preso ben 5.000 euro di multa perché “una persona non identificata ma riconducibile alla società assumeva atteggiamenti reiteratamente offensivi e provocatori nei confronti degli ufficiali di gara e degli addetti federali”.
La squadra, intanto, dopo due giorni di riposo (sabato e domenica), lunedì ha ripreso la preparazione per l’incontro di domenica contro il Venezia. Anche per questa settimana mister Giovanni Colella ha deciso di chiudere le porte di Orsenigo in occasione dell’ultima seduta: sabato mattina, dunque, occhi indiscreti non potranno assistere alla seduta di rifinitura per la gara con i lagunari.

Massimo Moscardi

Nella foto:
La curva del Como vuota: una scena che si presenterà per le sfide con Venezia e Carrarese
27 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto