Interventi chirurgici in ospedale ecco cosa cambia, 48 ore prima, il tampone

L'ospedale Sant'Anna di Como

L’ospedale Sant’Anna ha definito alcune avvertenze per i pazienti che dovranno essere sottoposti ad intervento chirurgico (per tutti esecuzione del tampone entro 48 ore dal ricovero). Pertanto si dovrà prevedere un allineamento delle attività di pre-ricovero, dell’esecuzione del tampone, del ricovero e dell’intervento chirurgico. Si dà conto che è stata attivata una valutazione centralizzata delle attività e della programmazione di utilizzo delle sale operatorie, che in questa fase di ripresa delle attività saranno 32. Complessivamente sono 91 i posti letto dedicati per i ricoveri chirurgici (le aree clinico-organizzative individuate sono la Week-Day Surgery che dispone di 35 posti letto e la Degenza Chirurgica 1 che dispone di 56 posti letto).

Priorità di intervento sarà data ai casi oncologici che dovranno comunque essere valutati in relazione allo specifico quadro clinico. Per quanto riguarda la chirurgia ambulatoriale, ad eccezione della disciplina oculistica, l’indicazione è di riprendere gradualmente tutti gli interventi programmati il cui esito a breve/medio termine non abbia sostanziale impatto sulla qualità di vita della persona.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.