Intesa: in nove mesi utile a 6,4 mld, a 3,1 mld senza Ubi

Nuovo piano a fine 2021. Messina

(ANSA) – MILANO, 04 NOV – Intesa Sanpaolo chiude i primi nove mesi dell’anno con un utile netto contabile pari a 6,4 miliardi di euro, a 3,1 miliardi escludendo il goodwill negativo originato dall’acquisizione di Ubi Banca da allocare nel quarto trimestre 2020 a oneri di integrazione, miglioramento dell’efficienza e accelerazione della riduzione del profilo di rischio. L’importo del goodwill negativo (pari a 3,3 miliardi di euro) è da considerarsi provvisorio, perché sarà rideterminato definitivamente in occasione del bilancio 2020. Intesa Sanpaolo conferma la politica dei dividendi del gruppo, che prevede la distribuzione di un ammontare di dividendi cash corrispondente a un payout ratio pari al 75% del risultato netto per l’esercizio 2020 e al 70% per l’esercizio 2021, subordinatamente alle indicazioni che verranno fornite dalla Bce. Il nuovo Piano di Impresa sarà reso noto entro la fine del 2021, appena lo scenario macroeconomico sarà diventato più chiaro. "Siamo convinti di essere una delle banche meglio posizionate per poter riprendere la distribuzione dei dividendi una volta avuta l’autorizzazione della Bce", afferma il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.