Intesa Trenord e Areu per far scattare i soccorsi in caso di emergenza
Cronaca

Intesa Trenord e Areu per far scattare i soccorsi in caso di emergenza

L’adesivo con il numero 112 che verrà applicato sui treni

Il numero di telefono da comporre in caso di emergenze, il 112, riportato sui finestrini dei treni e una connessione diretta con le centrali di soccorso grazie all’app di Trenord: sono le misure previste per contrastare gli episodi di violenza e affrontare le situazioni di emergenza sui convogli in Lombardia grazie all’intesa annunciata oggi fra Trenord e Areu, l’Azienda regionale emergenza urgenza.

«Il Numero unico d’emergenza europeo 112 (NUE 112) – spiega una nota della società regionale di trasporto ferroviario – sarà sempre sotto l’occhio di chi viaggia sui treni Trenord: adesivi con il contatto unico per le richieste di intervento a forze dell’ordine, vigili del fuoco e soccorso sanitario saranno progressivamente apposti sui finestrini dei convogli della flotta, sul modello di quanto già viene fatto dagli operatori ferroviari europei. È un’iniziativa attuata anche con funzione deterrente rispetto al verificarsi di situazioni di emergenza a bordo treno».

I passeggeri di Trenord, inoltre, potranno collegarsi direttamente con le centrali operative di Areu  con un semplice click grazie alla funzione “Chiama 112” integrata nell’app Trenord, che già oggi è installata su 1 milione di dispositivi. La nuova funzione, inserita sull’app nella pagina del profilo dell’utente, permette di collegarsi all’app “Where are U” per inoltrare una chiamata di emergenza avviando anche l’esatta geolocalizzazione di chi effettua la chiamata.

Obiettivo dell’intesa fra Trenord e Areu è anche la diffusione della conoscenza dei comportamenti corretti da adottare in situazioni di emergenza e degli strumenti che danno il via alla catena di soccorso in caso di necessità. In caso di allerte lanciate da bordo treno, Areu, attraverso le centrali uniche di risposta 112, provvederà a gestire l’intervento di soccorso in coordinamento con la centrale operativa di Trenord e con l’equipaggio del convoglio. L’Azienda regionale per la gestione delle emergenze ha inoltre inserito nel proprio database i contatti degli equipaggi Trenord: questo permetterà di identificare immediatamente chi sta chiamando e da quale treno.

«La collaborazione con Areu – si legge ancora nel comunicato – è una delle azioni per la sicurezza messe in atto da Trenord. Fra le altre, da segnalare il lavoro svolto per rendere più efficienti le telecamere a bordo, l’allestimento al centro dei treni Coradia e Tsr di una carrozza “Safe&Quiet On Board” (videosorvegliata e con tre pulsanti di emergenza) e la chiusura di alcune carrozze sui convogli che circolano nelle ore serali. A ciò si aggiunga l’introduzione a bordo dei treni di una settantina di guardie particolari giurate per la tutela dei viaggiatori e del personale e una nuova applicazione, che prossimamente sarà in dotazione agli equipaggi dei treni, che permetterà di localizzare in tempo reale i team Security di Trenord».

26 marzo 2018

Info Autore

Marcello Dubini

Marcello Dubini mdubini@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto