Nuovo investimento in via Masia. «Presto un semaforo»

Il passaggio pedonale di viale Masia

Nuovo investimento, ieri mattina, all’altezza dell’attraversamento pedonale di viale Masia, all’altezza di via Santa Caterina. Padre e figlio sono stati investiti da una vettura; da quanto trapelato le loro condizioni, dopo il ricovero all’ospedale Sant’Anna, non sarebbero gravi.

Si tratta dello stesso punto in cui pochi giorni fa aveva perso la vita un 73enne travolto da un’auto. L’uomo, le cui condizioni erano apparse subito gravi, aveva poi cessato di vivere all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia. Un nuovo incidente quello di ieri, che riporta al centro dell’attenzione il problema della sicurezza degli attraversamenti pedonali. A Como e, più in generale, nel nostro Paese. A livello di incidenti mortali, infatti, i pedoni sono la categoria con il maggior numero di vittime dopo i motociclisti. Lo dicono le statistiche di Istat e Aci. E gli ultimi dati disponibili parlano di un aumento considerevole dei pedoni che hanno perso la vita dopo un impatto.

L’assessore comunale Marcello Iantorno interviene sulla questione e annuncia provvedimenti di carattere viabilistico. L’ipotesi più probabile, l’installazione di un semaforo. «Abito a pochi metri dalla zona dell’incidente – spiega – e mi sono recato sul posto. Le persone presenti mi hanno segnalato, allarmate, l’alta frequenza di incidenti, e hanno chiesto che l’amministrazione trovi una soluzione urgente alla questione». «Valuterà chi di competenza – aggiunge Iantorno – se sarà sufficiente un rialzo della strada nel punto del passaggio oppure, misura forse più utile, potrebbe essere messo in funzione un impianto semaforico a chiamata. L’idea è di collocarlo a una distanza tale che ne favorisca la visibilità anche in presenza di raggi di sole che potrebbero abbagliare i guidatori».

Articoli correlati