Israele: 555 riservisti contro Netanyahu

'Non si affidi il governo a chi è incriminato per corruzione'

(ANSAmed) – TEL AVIV, 26 FEB – In un vistoso annuncio a pagamento pubblicato su Haaretz nell’imminenza delle elezioni del 2 marzo, 555 riservisti della aviazione militare israeliana hanno lanciato un appello affinché l’incarico di formare un nuovo governo non sia affidato a chi – come Benyamin Netanyahu – "è incriminato per trasgressioni gravi di corruzione di potere". Nell’appello, sottoscritto coi loro nomi, i riservisti affermano di essere "di destra, di centro e di sinistra, religiosi e laici". Tutti, aggiungono, hanno combattuto in passato. "In quanto combattenti di Tsahal ci immedesimiamo con valori come riferire il vero, dare un esempio personale e assumerci le responsabilità. Questi – scrivono – sono i valori sui cui si basa la forza del nostro esercito e del nostro popolo". In passato, aggiungono, non hanno mai esitato a ricevere ordini dal leader del Paese. Ma ora "per il bene di Israele" occorre impedire, a loro giudizio, che alla guida del Paese si trovi chi sia stato incriminato per corruzione, frode ed abuso di potere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.