Istat: investe in digitale 77% imprese ma solo 3,8% è maturo

Nell'industria quota sale al 5

(ANSA) – ROMA, 13 AGO – Circa tre quarti delle imprese con almeno dieci addetti sono impegnate in investimenti digitali (il 77,5%), ma soltanto il 3,8% è nella fase di ‘maturità’, caratterizzata da un utilizzo integrato delle tecnologie disponibili, secondo i dati Istat del censimento permanente delle imprese, riferiti al periodo 2016-2018. Le imprese digitalmente mature, pur essendo solo tre su cento contano per il 16,8% di addetti e il 22,7% di valore aggiunto. La loro presenza è decisamente più elevata nel Nord-ovest (4,7%), tra le imprese con oltre 500 addetti (23%) e nell’industria (5,2%), "probabile effetto – per l’Istat – dei consistenti incentivi alla digitalizzazione resi disponibili a livello statale e regionale nel corso degli ultimi cinque anni". La maggior parte delle imprese utilizza ancora "un numero limitato di tecnologie, dando priorità agli investimenti infrastrutturali (soluzioni cloud, connettività in fibra ottica o in mobilità, software gestionali e, necessariamente, cyber-security) e lasciando eventualmente a una fase successiva l’adozione di tecnologie applicative", si legge nel rapporto. La dimensione è un aspetto determinante per la digitalizzazione: ha effettuato investimenti digitali il 73,2% delle imprese con 10-19 addetti e il 97,1% di quelle con oltre 500 addetti. Inoltre per le tre tecnologie "chiave" Internet delle Cose Iot, automazione e robotica e analisi dei Big Data il 50% delle imprese più grandi (250 addetti e più) dichiara l’intenzione di mantenere un elevato tasso di incremento degli investimenti. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.