Italiano deceduto a Dresda, Farnesina segue caso

Secondo Dpa

(ANSA) – ROMA, 16 AGO – La Farnesina segue da vicino il caso di un connazionale deceduto a Dresda in stretto raccordo con l’ambasciata d’Italia a Berlino, che a tal fine si mantiene in contatto con le autorità tedesche. Lo si apprende da fonti della Farnesina. Secondo l’agenzia tedesca Dpa, l’uomo 37 anni si trovava in custodia della polizia locale e secondo gli inquirenti avrebbe perso conoscenza in commissariato. Inutile il ricovero in ospedale. Il procuratore generale Lorenz Haase ha spiegato all’agenzia di stampa tedesca che gli agenti di polizia, ieri sera, erano stati chiamati da un bar, dove si trovava il 37enne che si stava comportando in modo aggressivo. Secondo alcuni dipendenti, stava lanciando bottiglie e casse di bibite, ha riferito la polizia. Gli agenti lo hanno portato in commissariato, dove è svenuto. A quel punto lo hanno rianimato ed è stato condotto in ospedale, dove però è deceduto durante la notte. "Non è una morte naturale, quindi abbiamo aperto un’indagine", ha aggiunto il procuratore. L’autopsia, attesa per martedì, deve chiarire le cause del decesso, ha aggiunto il magistrato, ritenendo che l’italiano fosse sotto effetto di alcol o sostanze. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.