John Casali, un premio Oscar in vacanza in Valle Intelvi. «Amore a prima vista con questo territorio» LE FOTO

John Casali in Valle Intelvi

«Mi sono innamorato a prima vista della Valle Intelvi. Ho pensato che non potevo non avere una casa qui». Giornata di festa sabato per John Casali, premiato agli Oscar 2019 per il miglior sonoro di “Bohemian Rhapsody”
Casali, di origini piacentine e figlio di un emigrato a Londra, è un appassionato del lago di Como e dei suoi paesaggi; e proprio in un paese della valle con vista lago, Cerano, soggiorna spesso nei suoi momenti di relax lontano da quella Londra dove si trasferì il padre e dove lui ha avuto successo nel settore cinematografico, nel mondo delle colonne sonore.
Il premio Oscar, in questi giorni in vacanza in Italia, ha accettato l’invito degli amministratori intelvesi, che gli hanno voluto dedicare una giornata di incontro e di celebrazione. John e la moglie Anita si sono così sottoposti volentieri a un bagno di folla con autografi e i consueti “selfie”.
John Casali ha tra l’altro portato con sé l’Oscar ricevuto pochi mesi fa a Los Angeles e lo ha concesso volentieri agli ammiratori si sono fatti immortalare con la statuetta che costituisce il premio più importante del cinema mondiale.
Il programma della celebrazione, “Una giornata da Oscar”, prevedeva a Centro Valle Intelvi un incontro con i sindaci del territorio, un aperitivo in musica – con i “Giovani musicanti” che hanno proposto le musiche di “Bohemian Rhapsody” – e la proiezione alla sera della pluripremiata pellicola.
«Ho un amico a Mezzegra che mi ha portato a fare un giro qui in Valle – ha raccontato Casali – Prima siamo venuti a San Fedele, poi abbiamo visto a Cerano una casa che a me e mia moglie è piaciuta: è stato amore a prima vista e abbiamo deciso di prenderla: è diventato il nostro rifugio, il posto dove ci possiamo rilassare. Questo è un posto unico: ovviamente mi piace andare in barca sul lago, visitare posti come Bellagio e Varenna, ma alla fine il posto dove voglio ritornare è proprio questo. Mi piace camminare per le vie di Cerano o andare a fare la passeggiata che porta alla chiesa di San Zeno».
Casali era visibilmente sorpreso e commosso per le tante persone che in ogni momento hanno seguito gli eventi proposti. «Una accoglienza incredibile», ha sottolineato.
Infine ha regalato un aneddoto di stretta attualità, relativo a “Murder Mystery”, il film appena lanciato da Netflix. «Mi avevano proposto di fare la colonna sonora, ma ero impegnato per “Bohemian Rhapsody”. Ovviamente sarei ben felice di lavorare per un film girato sul Lario: sarebbe bellissimo».

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.