Jole Veneziani icona della moda italiana

alt

Dal 10 ottobre – A Villa Necchi Campiglio una mostra ripercorre la storia della stilista

Quando Jole Veneziani si trasferì a Milano da Taranto, non immaginava certo che, dopo una breve esperienza come amministratrice di una ditta di pelli, nel giro di pochi anni potesse trasformarsi in una delle prime icone della moda italiana, stilista amata da Josephine Baker, Marlene Dietrich, Maria Callas, Elsa Martinelli, Lucia Bosè e Wally Toscanini.
La sua vocazione e il suo fiuto la portarono a comprendere, negli anni più difficili del secondo dopoguerra, come il desiderio di ritornare

alla vita passasse anche attraverso la moda. Ora, un’esposizione che apre giovedì 10 ottobre a Villa Necchi Campiglio a Milano (casa museo di proprietà del Fondo Ambiente Italiano) rievoca, attraverso un’attenta selezione dei materiali dell’Archivio Veneziani (1901-1989), la figura e la carriera della stilista pioniera del Made in Italy nel mondo. La rassegna, curata da Fernando Mazzocca, promossa dalla Fondazione Bano e dal Fai, mette in mostra abiti d’epoca, bozzetti (nella foto) e immagini, oltre a filmati, documenti, oggetti di sartoria, scelti tra gli oltre 15mila pezzi dell’Archivio Veneziani, acquisito nei primi anni Ottanta dalla fondazione padovana. L’allestimento, studiato da Corrado Anselmi, è stato appositamente pensato per far dialogare in modo armonico le creazioni di Jole Veneziani con i ricchi ambienti di Villa Necchi Campiglio. Non mancherà l’incontro con il cinema, il teatro e la tv con un’apposita area. Fino al 24 novembre. Orari: me-do 10-18 (ultimo ingresso alle 17.15) Ingresso villa + mostra: adulti, 11 euro. Info: www.clponline.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.