l delitto del Cornizzolo, parla il secondo sospettato estradato dalla Germania

Il tribunale di Como

È iniziato ieri mattina, di fronte al giudice dell’udienza preliminare Francesco Angiolini, il processo in Abbreviato a carico di Arjan Drekaj, 42 anni, albanese. L’uomo, assieme al connazionale Edmond Como (a processo in Corte d’Assise) è accusato dalla Procura lariana, a firma del pubblico ministero Simona De Salvo, di aver concorso nell’omicidio di Besnik Metaj, albanese pure lui (42 anni), residente a Vittorio Veneto (Treviso), con traffici nel mondo degli stupefacenti a 350 chilometri dal Comasco.

E il movente del delitto sarebbe proprio da ricercare in un debito di droga che i due finiti nei guai non volevano saldare. Il corpo di Metaj, ucciso al termine di una vera e propria esecuzione, fu poi trasportato fino ai monti del Triangolo Lariano e seppellito nei boschi che costeggiano la strada che conduce al Cornizzolo.

Il primo ad essere arrestato, sospettato del delitto dai carabinieri di Como, era stato proprio Edmond Como. Drekai fu invece fermato in Germania per un altro motivo e poi estradato in Italia proprio per il processo per l’omicidio del Cornizzolo.
Ieri, di fronte al gup di Como, ha risposo alle domande che gli venivano poste, chiamandosi fuori da quanto avvenuto. Avrebbe tuttavia ammesso di aver portato la vittima in un parcheggio vicino alla casa di Edmond Como, ma avrebbe detto subito dopo di non aver saputo più nulla di quello che era avvenuto. Almeno fino a quando, in Albania, un uomo armato gli si avvicinò intimandogli di non dire nulla sulla vicenda se fosse stato sentito dagli inquirenti. Per questo motivo, spaventato, avrebbe iniziato a girare l’Europa – Finlandia, Parigi, poi la Germania – fino al giorno dell’arresto per altri motivi e all’estradizione in Italia. Il processo si sta svolgendo con il rito Abbreviato. L’udienza è stata aggiornata al 29 settembre quando potrebbe arrivare la decisione del gup di Como. La Corte d’Assise contro Edmond Como è invece ancora in corso, in pausa per l’estate, e riprenderà anche questa a settembre con i testi della difesa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.