La Bennet domani chiude la Coppa a Kaunas

Il punto – Ultima sfida continentale
«L’esperienza di Eurolega ci servirà per crescere e risalire in campionato». È il coro unanime che risuona nello spogliatoio della Bennet Cantù all’indomani dell’importante vittoria ottenuta domenica contro una coriacea Benetton Treviso, battuta per 79-67.
«Non è stata forse una bella partita – dice coach Andrea Trinchieri – ma abbiamo disputato una prova solida: quello che serviva. Forse, per la prima volta, siamo riusciti a trasportare il bagaglio di esperienze dal giovedì
di Eurolega anche alla domenica. Per questo mi tengo stretto il risultato».
Tra i segreti del ritorno alla vittoria della Bennet anche l’ottima prestazione di Marteen Leunen mvp con 20 punti, 8 rimbalzi e 27 di valutazione generale come ha sottolineato lo stesso coach Trinchieri: «In effetti, è da due settimane che Leunen ha svoltato anche la qualità degli allenamenti e i risultati si vedono sul campo».
Un cambio di marcia confermato anche dalla forte ala americana. «Sono molto contento per la vittoria contro la Benetton e anche per la mia prestazione, perché sono riuscito a fare il mio lavoro al meglio. Sto bene, ho ritrovato confidenza anche con il tiro e penso che il mio rendimento sia molto migliorato». Per la gioia dei tifosi che incominciavano a preoccuparsi per l’involuzione del loro beniamino, che ora guarda la futuro con grande fiducia. «La vittoria contro la Benetton ha dimostrato come l’esperienza maturata in Eurolega ci sarà molto utile anche in campionato – spiega – In coppa, infatti, abbiamo affrontato squadre fortissime e un basket molto più duro e fisico. Penso che l’avventura in Eurolega, oltre ad essere stata fantastica e molto positiva, ci è servita per migliorarci sotto ogni aspetto, sia come squadra che individualmente».
Esperienza europea che si chiuderà proprio domani sera a Kaunas, dove la Bennet giocherà (ore 18.45) l’ultima partita delle Top 16 con lo Zalgiris, una gara ininfluente per entrambe le squadre, visto che ai quarti si sono già qualificate Barcellona e Maccabi. «Vogliamo giocare al massimo l’ultima partita, vincerla e chiudere così in bellezza la nostra avventura in Eurolega» conclude Leunen.

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Manuchar Markoishvili in azione nella gara vinta con la Benetton

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.