Cronaca

La busta con i soldi e il sacchetto con le mozzarelle

Ricordi lariani di Renzo Romano
T anti anni fa, sul finire degli anni Sessanta, ero un giovane professore di matematica nella scuola media di un paesino del comasco. Intransigente e severo, innamorato del mio lavoro e, in verità, anche di una deliziosa collega (chiarisco che non ero sposato).
Ora di ricevimento dei parenti. Mi aspetta una signora anziana – la nonna, scoprirò dopo – di una mia alunna, ahilei, in grave difficoltà con numeri e figure geometriche. Mi racconta la donna degli sforzi della nipote, ma i quattro continuavano a fioccare…
Spiego con il maggior tatto possibile che sua nipote non è minimamente portata per la matematica, ma che con lo studio e l’impegno forse potrebbe salvarsi. Mi sorride la nonna, rassicurata e confortata dalle mie parole. Mi alzo dalla sedia per congedarla, a quel punto lei apre la borsa, prende una busta, me la dà. Soprappensiero la metto nel registro senza neppure aprirla, una mamma aspetta…
Più tardi, finiti i colloqui, apro la busta. Dentro ci sono soldi… E adesso? Esco di corsa dalla sala insegnanti, per fortuna la nonna è ancora lì. Mi avvicino: «Signora, questa busta forse le è caduta dalla borsa…». Lei mi guarda sorpresa, in silenzio prende la sua busta e la rimette nella borsa.
Tanti anni dopo mi è accaduto un fatto simile a un esame di maturità lontano da Como. Un bidello mi avverte che in segreteria c’è un pacchetto per me. Vado nell’ufficio, trovo un sacchetto pieno di qualcosa e un biglietto. «Caro professore, queste sono mozzarelle nostrane, le provi, sono deliziose». Sotto, al posto della firma: “la mamma della candidata Pasqualina”.
Non ho restituito le mozzarelle, le ho mangiate di gusto, una squisitezza. Mi ricordo il profumo. Della candidata Pasqualina, invece, non ho traccia nella memoria. Spero che sia stata promossa.

Nella foto:
Mozzarelle fatte in casa. Cosa non si tenta per favorire una promozione
12 Ott 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto