La città di Lecco premia Luca Schiera per le sue imprese

alt Alpinismo. L’anzanese ha appena scalato il Jebel Misht in Oman

A un comasco è stata assegnata la più importante onorificenza della città di Lecco. Nell’elenco dei sei premiati che riceveranno il “San Nicolò 2013” c’è anche l’alpinista Luca Schiera: 22 anni, di Anzano del Parco, quest’anno ha scalato difficili vette in Patagonia (Torre Egger) e Pakistan (Uli Biaho), aprendo vie nuove, con Matteo Della Bordella, che pure riceverà il riconoscimento della città manzoniana. La cerimonia si svolgerà il prossimo 6 dicembre al Teatro della Società a

Lecco.
Entrambi fanno parte dei mitici “Ragni” di Lecco, uno dei più importanti club alpinistici a livello mondiale; nei primi mesi del 2014, Schiera e Della Bordella daranno l’assalto al mitico Cerro Torre, ancora in Patagonia, cercando di arrivare in vetta dalla parete giudicata più difficile della montagna.
Tanto per non perdere l’allenamento, Luca Schiera in questi giorni ha ottenuto un nuovo exploit: in Oman, assieme ad Andrea Migliano, l’alpinista di Anzano del Parco ha aperto una via nuova nella parte Sud dello Jebel Misht, una montagna alta 2.090 metri e, anche in questo caso, giudicata difficile da espugnare.
Ma l’attenzione ora si sposta verso l’impresa sul Cerro Torre. Il comasco – recentemente ospite della trasmissione “Angoli” su Etv – l’11 gennaio del 2014 partirà per la Patagonia, per scalare la montagna tra Argentina e Cile. Al suo fianco lo svizzero Silvan Schüpbach e il già citato Matteo Della Bordella.
«Le cime della Patagonia sono le più difficili del mondo: mentre ormai anche sull’Everest salgono i turisti, posso garantire che in Sud America questo non succederà mai – dice Fabio Palma, presidente dei Ragni di Lecco – Quella che tenteranno i nostri ragazzi sarà davvero una grande impresa».

Nella foto:
Un autoscatto di Luca Schiera in cima alla vetta di una montagna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.