La Cna tende ancora la mano all’imprenditore Bergna: «Ma le iniziative vanno coordinate»

Le reazioni

«Sono le associazioni che devono partecipare alle iniziative che facciamo noi imprenditori, artigiani e cittadini». Giuseppe Caggiano ha risposto così all’invito del presidente di Cna Como, Enrico Benati.
Benati aveva invitato Caggiano a «entrare a far parte di un’associazione e di collaborare con altri imprenditori per il bene comune».
Il presidente di Cna aveva inoltre ricordato come i gruppi di imprese in questi anni non siano certo stati alla finestra ad assistere al tramonto

dell’economia italiana. «Al contrario, hanno lavorato a volte superando anche gli steccati ideologici per farsi sentire con più forza dalle istituzioni» aveva scritto nella sua lettera aperta sempre il presidente Benati.
E dopo la reazione dell’imprenditore di Carugo, è stato il segretario generale della Cna di Como, Alberto Bergna a intervenire ieri.
«Considero le dichiarazioni dell’imprenditore di Carugo come un’apertura – dice Bergna – Il problema è che le proteste devono portare anche a qualcosa. Manifestazioni ed eventi vanno programmati insieme. Il vantaggio di un’associazione imprenditoriale è anche la possibilità di concordare le azioni, anche soltanto le date. Se quello di Giuseppe Caggiano è un invito a partecipare, allora pensiamo insieme ad un percorso che porti da qualche parte».
Ieri, intanto, la Cna ha criticato la Legge di Stabilità varata dal governo Letta. «È insufficiente per affrontare la difficile situazione del Paese – ha commentato il presidente nazionale Ivan Malavasi – e risvegliare le energie per intercettare e sviluppare i pur debolissimi segnali di ripresa. Dalle anticipazioni appare un provvedimento che si caratterizza per la modesta entità degli importi e la polverizzazione degli interventi».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.