Lettere

La colpa del padrone di casa

Ristorante di Villa Olmo/2

Mi risulta che nelle abitazioni private il padrone di casa ha facoltà di controllare che l’appartamento sia tenuto in buone condizioni; penso valga la stessa regola anche per i locali dati in affitto dal comune. Come mai nessuno si è mai preoccupato di vedere come venivano tenuti gli immobili affittati (nello specifico il ristorante di Villa Olmo), dove il degrado e la sporcizia sembra fossero anche all’esterno dei locali? Forse ci sono stati ma hanno guardato solo l’ingresso e la sala da pranzo?! È alquanto strana la situazione! Ora si dicono indignati… Ci sarebbero tante cose da scrivere sul degrado della nostra città, ma questo lo fate già molto bene nei vostri servizi. Continuate così, nella speranza che ogni tanto possiate trovare qualcosa di positivo da segnalare.
Giuditta Martinelli

4 novembre 2013

Info Autore

Admin@corcomo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto