Lettere

La cultura muore senza riflessione

I cambiamenti della comunicazione
Siamo diventati più ignoranti.
L’eccesso di informazioni offerto dalla rete (pensiamo a Google, Wikipedia, gli stessi social network) mette a rischio la cultura: se ne discute spesso.
Quel che manca di sottolineare è che a impoverirsi è la stessa pura e semplice informazione: nonostante la facilità con cui si possono reperire le notizie, le persone ignorano persino i fatti più banali del nostro mondo (o lo apprendono in modo confuso).
Ho letto recentemente questa considerazione e la condivido pienamente: il profluvio di informazioni indebolisce la nostra capacità di selezionare e toglie tempo alla riflessione, e ciò va a discapito, appunto, della cultura, che non è solo accumulo di nozioni ma anche critica, autocritica, distanza, discernimento. Insomma, saper gestire i dati.
Luisa Rosi

25 Maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto