La decisione della Giunta: nuove tapparelle allo stadio Sinigaglia

Stadio Sinigaglia di Como, tapparelle danneggiate

Trasporti pubblici, a Como arriveranno i primi bus elettrici.
Una novità assoluta resa possibile grazie a un contributo ministeriale predisposto per la mobilità alternativa nelle città più inquinate. E purtroppo Como, rientrando in questa poco invidiabile graduatoria, ha ricevuto circa 6 milioni di euro. Ieri in giunta la delibera, presentata dall’assessore alla Mobilità Pierangelo Gervasoni, per decidere quale tipo di alimentazione scegliere per i nuovi bus. «Si è optato per l’elettrico dopo ovviamente aver condiviso la decisione con Asf a cui andranno i mezzi – ha detto l’assessore – Si tratta di mezzi urbani, di 12 metri di lunghezza, totalmente elettrici. Abbiamo voluto puntare su questa nuova tipologia per iniziare da subito un percorso proiettato verso il futuro. Ne verranno subito ordinati almeno 5 a gennaio quando arriveranno i primi due milioni e 400mila euro di contributo. Successivamente, e fino al 2023, arriveranno nelle casse gli altri 4 milioni previsti. Abbiamo infatti ottenuto in totale oltre 6 milioni di euro». L’intento dunque è di rinnovare progressivamente il parco mezzi per ridurre drasticamente le emissioni inquinanti. «Mentre altri territori hanno optato per mezzi ibridi, a noi è parso meglio saltare questo passaggio e puntare direttamente alla propulsione elettrica. Parte della somma verrà ovviamente anche utilizzata per la realizzazione delle paline di ricarica e per le altre infrastrutture necessarie», conclude l’assessore Gervasoni.
E nel frattempo, sempre dalla riunione di giunta di ieri mattina, è arrivata anche un’altra notizia che riguarda un altro argomento che sta a cuore alla città e soprattutto ai tifosi del Como: gli interventi per sistemare lo stadio.
È infatti arrivato l’ok al rifacimento delle tapparelle dello Stadio Sinigaglia, da tempo fatiscenti e più volte segnalate da tifosi e cittadini. L’importo dell’intervento, passato in giunta, ammonta a 70mila euro. Ancora non ci sono le date di inizio lavori ma l’assessore assicura che partiranno a breve.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.