La delusione di mister Silvio Paolucci dopo l’esonero: «Una decisione che non mi aspettavo»

alt L’allenatore esonerato

«Sono deluso, ma non voglio fare nessuna polemica. Però, in tutta sincerità, non mi aspettavo questo esonero». Mister Silvio Paolucci parla con la consueta schiettezza.
In viaggio verso Pescara, l’ormai ex allenatore azzurro parla del suo esonero, senza rancore, ma con il dispiacere di non essere riuscito a portare avanti il

lavoro svolto fino ad ora.
«Ho dato tutto me stesso – afferma – in quello che era un progetto difficile, ma che mi ha entusiasmato fin dall’inizio».
«Ribadisco che non mi aspettavo di essere esonerato domenica scorsa – aggiunge – Piuttosto avrei capito questo provvedimento dopo la sconfitta con il San Marino».
Il mister è comunque sereno. «Ho sempre avuto l’appoggio di tutti – spiega – Ho avuto la possibilità di lavorare serenamente e di poter applicare le mie idee che erano imperniate sul bel calcio. Ho sposato pienamente un progetto in cui credevo».
Ma, alla fine, tutto questo non ha pagato. «Nel calcio i risultati sono la priorità – aggiunge Paolucci – Certo, se dovessi andare a riguardare le partite, mi dispiace soprattutto per quelle in cui siamo stati raggiunti al 90’. Abbiamo perso una serie di punti preziosi che avrebbero reso la nostra classifica migliore e le cose sarebbero andate in maniera differente».
«Anche nella parte iniziale della gara con il Feralpi Salò non abbiamo sfigurato – dice ancora – poi abbiamo preso due gol per nostri errori. Ripeto, in tutta sincerità pensavo che l’esonero sarebbe giunto dopo lo stop nel match con il San Marino, certamente non domenica scorsa».
Prima di congedarsi, Silvio Paolucci vuole ringraziare i tifosi azzurri e le persone che, in queste ore, gli hanno mandato messaggi di stima. «I sostenitori ci sono sempre stati vicini e ci hanno sempre incoraggiato – conclude l’ex mister – Dal canto mio, mi sono sempre assunto le responsabilità, ci ho messo la faccia e ho cercato di essere lineare. A loro e alla squadra non posso che augurare ogni bene. A Como mi sono trovato ottimamente sotto ogni punto di vista e non posso che essere grato con tutti per l’opportunità che mi è stata data».

M.Mos.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.