La finanza scopre un bazar del falso

Guardia di finanza

Oltre 200 capi di abbigliamento e accessori dei più noti marchi.
Un vero e proprio bazar del falso quello scoperto dagli uomini della Guardia di finanza di Como in un appartamento di Arosio, dove è stata trovata e sequestrata la merce: abiti, scarpe, giubbotti e cinture con marchio contraffatto delle più famose griffe della moda e dello sport. Il valore di mercato è di diverse migliaia di euro.

L’operazione ha preso avvio nel corso dell’attività di controllo economico del territorio, nei pressi della strada provinciale Novedratese. Le Fiamme gialle hanno sottoposto a un’ispezione una vettura alla cui guida c’era un uomo di nazionalità marocchina che trasportava, all’interno del bagagliaio, un carico di calzature “firmate” contraffatte e pronte per essere vendute a prezzi concorrenziali sul mercato.

I militari, insospettiti dalle modalità di confezionamento e dall’assenza della relativa documentazione fiscale, hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione dove è stato scoperto un vero e proprio “negozio” di capi di abbigliamento contraffatti, stipati in una camera adibita a magazzino, all’interno di buste, armadi, bauli e scatoloni L’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria per ricettazione e contraffazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.