Cronaca

«La giunta comunale non ha alcun merito»

La voce critica
Spietato, anche nel giorno del trionfo politico del Pd in provincia e, soprattutto, a Como città. Nemmeno l’astronomico 44% colto dal Partito Democratico nel capoluogo, infatti, muove a “compassione” Gioacchino Favara, consigliere comunale nonché voce critica interna al Pd.
«La vittoria del partito è la vittoria di Matteo Renzi, su questo non si discute – afferma Favara – A lui si deve questo clamoroso exploit del Pd, perché i cittadini hanno capito dalle sue parole e dalle sue prime azioni di governo che è possibile vedere un’uscita dalla crisi e che si può finalmente dare qualche risposta seria e concreta ai temi economici e finanziari».
«La spending review, il cambio generazionale e il bonus di 80 euro in busta paga – prosegue Favara – sono stati segnali concreti di una politica nuova e di sostegno alle famiglie. Molti hanno sollevato dubbi sull’utilità di alcune misure, eppure io dico che per marito e moglie a basso reddito poter disporre complessivamente di 160 euro in più al mese è un aiuto concreto, che in parte può aiutare a rilanciare i consumi domestici».
Il discorso torna rapidamente su Como. E, ancora una volta, Favara nega un possibile nesso tra successo democratico e azione amministrativa del Comune.
«Ma non esiste – sbotta il consigliere comunale – So che qualcuno nel partito vorrebbe attribuire a Lucini e alla giunta un 4-5% per il risultato del 44% complessivo colto in città. Ma, a mio avviso, il contributo diretto del sindaco e dell’esecutivo al raggiungimento di quella percentuale è nullo». «Ora, piuttosto – conclude Favara – mi aspetto che, sulla scia di quanto fatto da Renzi a livello centrale, con la valorizzazione di persone giovani e competenti, anche a Como si prenda esempio e si agisca di conseguenza. Serve una classe dirigente diversa da quella attuale, al governo della città serve un po’ di freschezza in più. E poi – è la chiusura al veleno – il Pd deve crescere le personalità del futuro dentro di sé. Basta prendere in prestito uomini dalle liste civiche, come accaduto con Lucini».

Nella foto:
Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, secondo molti artefice del trionfo Pd
28 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto