Elezioni 2012

La Lega scarica tutte le colpe

Mascetti: «Sul nostro risultato pesano la campagna mediatica nazionale e l’operato di Bruni»
La linea dura, questa volta, la Lega Nord sembra intenzionata a usarla in vista del ballottaggio. Il Carroccio, a poche ore dal risultato del primo turno, tira dritto per la propria strada che non si incrocerà, salvo colpi di scena clamorosi, con il transatlantico pidiellino che oggi naviga in acque decisamente agitate. È lo stesso Alberto Mascetti, candidato sindaco delle camicie verdi, a chiarire le mosse future del partito in vista del 20 e 21 maggio quando si conoscerà il nome del nuovo sindaco
di Como.
«Sulla base dell’analisi dei voti penso che sia veramente improbabile un riavvicinamento tra noi e il Pdl. Innanzitutto ciò contrasterebbe con la nostra campagna elettorale condotta in solitaria e proprio con l’intenzione di svincolarci dal passato – spiega Mascetti – Dobbiamo comunque ammettere la nostra parziale sconfitta e il calo nei consensi».
Porte chiuse dunque a Laura Bordoli. «Per noi, ora, la scelta più logica è prepararci per costruire un’opposizione forte. È sicuramente un compito più ragionevole piuttosto che appoggiare il Pdl in vista della formazione di una maggioranza difficilmente interpretabile», dice Mascetti. I numeri, meglio di ogni altro indicatore, evidenziano la discesa della Lega Nord. Nel maggio del 2007, precedente tornata elettorale, la Lega ottenne 4.307 voti corrispondenti a un 10,8% e 4 seggi a Palazzo Cernezzi.
Cinque anni dopo, le cifre sono ben differenti. Alberto Mascetti incamera un 6,89% e 2.767 voti. Un 4% in meno, perso dall’ultima sfida elettorale. Un crollo che si dovrebbe tradurre in due posti in consiglio comunale. Analizzando poi i voti ottenuti dai candidati del Carroccio emerge come il più apprezzato sia stato l’ex assessore all’Ambiente della giunta Bruni, il vulcanico Diego Peverelli che ha totalizzato 173 preferenze (13,47%). A seguire l’ex capogruppo della Lega Nord a Palazzo Cernezzi, Giampiero Ajani, a quota 111 preferenze (8,54%). Completa il podio Silvio Montorfano, presidente della Circoscrizione di Albate che ha registrato 107 preferenze (8,23%).
«Contavo sinceramente di raggiungere almeno il 10% come accaduto in passato. Purtroppo non è andata così – analizza la situazione Mascetti – Su questo risultato hanno influito la campagna mediatica che ha sbattuto sulle prime pagine dei giornali alcune figure discutibili della Lega, il numero troppo alto di liste civiche e la disaffezione di tanti elettori». Ma non solo. Su questa percentuale ha inciso anche un altro elemento. Uno sbaglio che lo stesso Alberto Mascetti non fatica a spiegare. «Purtroppo i risultati di questo primo turno dimostrano ancora di più il pessimo lavoro svolto dall’amministrazione uscente – dice – Inoltre non siamo noi a essere passati dal 43% del passato all’attuale 13% racimolato dal Pdl».
Il concetto è chiaro anche se viene ulteriormente specificato. «Dovevamo allontanarci prima dall’ultima amministrazione fallimentare». Non bisogna poi dimenticare come il Carroccio sia anche passato, in due anni, dal 24% delle regionali al 6,89% delle comunali. Una fredda analisi dell’esito del primo turno viene fatta anche dal segretario provinciale della Lega Nord, Cristian Tolettini.
«A Como mi aspettavo un dato percentuale molto più elevato – dice – Pensavo si potesse arrivare a un 16%. Invece, soprattutto per gli ultimi eventi che hanno investito il partito e la campagna mediatica, siamo scesi drasticamente. Ulteriore fattore: il calo nell’affluenza».
In effetti nelle precedenti elezioni comunali del 2007 si recò alle urne il 68,13% degli aventi diritto contro il 60,29% di questo primo turno.
«Ora decideremo come muoverci. Anche se a Como siamo scesi sotto le aspettative, abbiamo tenuto bene altrove – spiega Cristian Tolettini – A partire dall’ottimo risultato centrato a Cantù con Nicola Molteni che andrà al ballottaggio. La nostra lotta inizierà da qui. A breve ci incontreremo con i vertici della Lega per studiare le prossime mosse. Mancano solo pochi giorni al ballottaggio».

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Il candidato sindaco della Lega, Alberto Mascetti
9 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto