La lettera di 63 amministrazioni: «Giuliano Sala in Parlamento»

Politica
I sindaci di 36 comuni lariani oltre a 7 vicesindaci e altri assessori e consiglieri per un totale di 63 amministrazioni locali, chiedono che Giuliano Sala sia inserito ai primi posti delle liste del Pdl per la Camera o il Senato. «Basta con i paracadutati dall’alto, da fuori provincia o da altre regioni» scrivono in un comunicato il sindaco di Dongo, Mauro Robba, Gianni Reiners, vicesindaco di Lomazzo e Cristiano Fusi, componente uscente del coordinamento del Pdl.
L’avvocato erbese

Sala è un politico di lungo corso, con un passato importante nella Dc, quindi in Forza Italia e nel Pdl. È stato al Pirellone 15 anni, ricoprendo tra l’altro il ruolo di assessore all’Urbanistica. Nel 2000, benché assessore regionale uscente, venne inizialmente escluso dal quartetto dei candidati alle regionali per poi rientrarvi a furor di popolo ed essere eletto con quasi 20mila preferenze. Nella primavera del 2008, 62 amministratori di Forza Italia firmarono un simile documento a sostegno della candidatura per il Parlamento di Sala. Documento che non ebbe però fortuna. Ora, più o meno le stesse persone ci riprovano con una lettera appello ai responsabili regionali e nazionali del partito di Berlusconi.
«Nelle due ultime tornate elettorali – scrivono – vi erano ben 11 candidati provenienti da fuori circoscrizione. Tutta gente che non sa nemmeno dell’esistenza dei nostri comuni». Nel documento si precisa infine che l’avvocato Sala ha ringraziato i promotori ma non si è ancora espresso sull’iniziativa.

Paolo Annoni

Nella foto:
Giuliano Sala

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.