La lite fuori da scuola degenera, ragazzino in ospedale

Movimentato episodio tra gli studenti delle medie di Alzate. Due sospesi
Una lite fuori da scuola, prima della campanella. Insulti, spintoni, poi – probabilmente – un cazzotto in pancia.
Sembrava finita così. E invece, una volta in classe, un ragazzino non sta bene: nausea, mal di stomaco. Così lo studente viene trasportato al pronto soccorso in ambulanza per accertamenti, anche se – stando agli aggiornamenti di ieri – non avrebbe riportato serie conseguenze. Altri due studenti, coinvolti nella rissa, sono invece stati sospesi con obbligo di frequenza per svolgere lavori utili all’interno dell’istituto. L’episodio è accaduto all’esterno della scuola media di Alzate Brianza e ha coinvolto in tutto tre ragazzini. Nonostante la lite sia avvenuta fuori dall’istituto e prima dell’orario scolastico, la preside ha deciso di prendere provvedimenti nei confronti dei due studenti ritenuti colpevoli del pestaggio, poiché – dice Armanda Selva – «la scuola ha il compito di educare, prim’ancora di insegnare, perciò era doveroso intervenire».
Se il ragazzino colpito non si fosse sentito male in classe, probabilmente la preside e i docenti non avrebbero mai saputo nulla. La lite si è infatti consumata all’esterno della media di Alzate Brianza, che sotto il profilo amministrativo fa parte dell’istituto comprensivo di Lurago d’Erba. E invece, alla prima ora il ragazzo ha iniziato ad accusare un malessere. Mal di stomaco, mal di pancia.
«Cos’hai? – chiedono i docenti – Non hai forse digerito?».
All’inizio gli studenti non parlano, ma bastano pochi minuti per ricostruire l’accaduto. E raccontano della lite.
Si scopre che il ragazzino ha ricevuto un colpo in pancia, probabilmente un pugno. Ecco il motivo del malessere.
Dopo essere stata avvertita, la preside ha deciso di chiamare per sicurezza il 118 e, contemporaneamente, di avvertire i genitori dell’alunno.
L’ambulanza è rientrata in codice verde, il meno grave nella casistica degli incidenti, il che fa intuire come i sanitari non avessero particolari preoccupazioni per la salute dello studente.
Hanno comunque deciso di portarlo al pronto soccorso di Cantù per accertamenti. Il giovane è stato poi trattenuto in ospedale. Davanti alla scuola, intanto, erano arrivati anche i carabinieri, con ogni probabilità allertati dal 118 quando ancora non si conosceva la dinamica dell’episodio.
Tre, come detto, i ragazzini coinvolti nella rissa. Uno – quello che si è sentito poi male in classe – ha avuto la peggio, dal punto di vista fisico.
Ma gli altri non l’hanno passata liscia: nota sul diario, nota sul registro e sospensione con obbligo di frequenza durante la quale dovranno svolgere lavori utili alla scuola.

Andrea Bambace

Nella foto:
L’ingresso della scuola media di via Giovio ad Alzate Brianza, teatro della lite (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.