La Lombardia chiede la “Giornata nazionale dell’Agricoltura”

Crisi settore agricolo

Sì all’istituzione della “Giornata nazionale dell’Agricoltura” e al riconoscimento della figura dell’agricoltore come custode dell’ambiente e del territorio. È la posizione dell’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi. Un settore quello dell’agricoltura importante anche per la provincia di Como, che conta oltre 2mila imprese, anche se in percentuale, la produzione comasca pesa soltanto il 2% di quella regionale.

“La Lombardia – ha dichiarato Rolfi – è la prima regione agricola d’Italia sia per valore della produzione agricola, con 7,7 miliardi di euro su 57 miliardi totali a livello nazionale, che per valore della trasformazione, con 3,6 miliardi di euro sui 31 italiani. È necessario dare al settore la giusta rilevanza sia sotto il profilo economico che ambientale. Senza agricoltura non c’è cibo ed è proprio l’attività agricola alla base di diverse filiere come la ristorazione, il turismo e la Dop economy, comparto da 17 miliardi a livello nazionale”.

“Durante il periodo di pandemia – ha aggiunto l’assessore – gli italiani hanno riscoperto il valore sociale del settore primario ed è giunto il momento di attribuire un riconoscimento istituzionale al ruolo dell’agricoltore. La Regione Lombardia sta facendo squadra con il governo su numerose questioni e siamo in prima linea anche per la difesa e la valorizzazione del made in Italy in ambito agroalimentare”.

“È essenziale – ha concluso l’assessore Rolfi – istituire la giornata nazionale dell’agricoltura anche per avere un momento ufficiale in cui smontare le innumerevoli fake news di cui è vittima il settore. In particolar modo alcune filiere come suinicoltura, lattiero caseario e della carne bovina. Dobbiamo contrastare con i dati scientifici una certa visione agrofobica che sta prendendo piede a causa di una mancanza di corretta informazione”.

PRODUZIONE AGRICOLA PER PROVINCIA, IN PERCENTUALE SUL TOTALE DELLA LOMBARDIA
Totale Lombardia 7,8 miliardi di euro (100%); Bergamo 8,8%; Brescia 27,4%; Como 2%; Cremona 15,4 %; Lecco 1,5%; Lodi 5,8%; Mantova 19,7%; Milano 5,5%; Monza 1%; Pavia 9%; Sondrio 2%; Varese 1,8%.

NUMERO DELLE AZIENDE AGRICOLE LOMBARDE PER PROVINCIA
Bergamo 4.880, Brescia 9.712, Como 2.064, Cremona 3.804, Lecco 1.103, Lodi 1.288, Mantova 7.461, Milano 3.520, Monza 891, Pavia 6.075, Sondrio 2.280, Varese 1.610.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.