La “macchina” della Chiesa milanese secondo San Carlo

Chicca per bibliofili
Dal 16 al 18 marzo prossimi, al Palazzo della Permanente di via Turati a Milano, la “Mostra del libro antico” ospiterà numerose chicche bibliografiche di interesse lariano.
Ci sarà anche, con una nutrita bibliografia dedicata al vate Gabriele D’Annunzio, la libreria antiquaria di Albavilla “Il Pensatoio” (www.ilpensatoio.it). Che porterà però non solo opere del ’900 ma una rarità molto ghiotta, una pagina importante della storia milanese, di cui dà anticipazione sul proprio sito web. Si tratta della prima edizione della lettera di San Carlo Borromeo sulla preghiera contenuta negli Acta Ecclesiae Mediolanensis Tribus Partibus, del 1582. Il volume in 4° (cioè del formato compreso fra i 30 e i 40 centimetri di altezza), rilegato in pelle, è definito «assolutamente raro» ed è in vendita a 3mila euro.
Gli Atti giuridici della Chiesa Milanese furono pubblicati per raccogliere e divulgare l’imponente legislazione promossa dal santo meneghino durante la sua attività come arcivescovo della città lombarda e come metropolita della regione ecclesiastica che su Milano gravitava (i Concili Provinciali).
Le normative raccolte nel volume applicavano le indicazioni provenienti dal Concilio di Trento da poco concluso (1565) in tema di riforma interna della Chiesa. Questo volume costituisce pertanto una fonte primaria per conoscere la vita della Chiesa e anche della società in cui essa operava nel tardo Cinquecento. Nell’opera legislativa di Carlo Borromeo troviamo infatti precise indicazioni sulla struttura della Diocesi ambrosiana e sulla sua articolazione in pievi e parrocchie, sull’amministrazione dei sacramenti e sull’anagrafe parrocchiale (che fu il primo esempio di anagrafe in senso proprio, in anticipo di due secoli su quella civile).

Nella foto:
San Carlo Borromeo comunica un appestato (1618-1619), dipinto del pittore Carlo Saraceni conservato nella chiesa dei Servi di Maria a Cesena

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.