La maxi-rapina era già fallita il giorno prima: gli elementi che mettono nei guai il dipendente del Casinò

Il Casinò di Campione d'Italia
Secondo il minuzioso lavoro dei carabinieri di Campione d’Italia e della Procura di Como – pubblico ministero Daniela Moroni – tra il rapinatore esecutore materiale del colpo (ancora ricercato) e il presunto complice (fermato lunedì mattina), c’era un accordo frutto di un piano ben preciso. Piano che consisteva nell’uscire dall’ascensore riservato al personale e lasciare che il rapinatore si introducesse prima del richiudersi delle porte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.