Luciana Lamorgese: “Mahmoudi non era ritenuto pericoloso”

Viminale impegnato a gestire in sicurezza centri accoglienza


L’uomo accusato dell’omicidio di don Roberto Malgesini, il tunisino Ridha Mahmoudi, è una persona che “non è mai emersa come figura particolarmente pericolosa per la sicurezza nazionale. E’ sconosciuto in tutte le banche dati”.

Così ha dichiarato oggi la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, in audizione al Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen.

Su precisa richiesta del presidente, il parlamentare leghista comasco Eugenio Zoffili, Lamorgese ha detto: “L’omicidio di Como è stato un atto efferato”.

Sotto, il link al video dell’intervento (il riferimento a Como inizia al minuto 26 e 33″)

https://webtv.camera.it/evento/16751

La ministra Luciana Lamorgese con Eugenio Zoffili

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.