La musica chiede spazio

Il forum aperto al pubblico – Stasera, alle 20.30, secondo incontro del ciclo “Non sparate sul pianista” per riportare le sette note nell’agenda di Como
Se il primo appuntamento ha messo in risalto le eccellenze e le problematiche legate alla formazione musicale, il secondo incontro punterà la lente sugli spazi che il nostro territorio dedica alle note. Non sparate sul pianista, cartellone di incontri promossi da Corriere di Como ed Etv, prosegue con l’obiettivo di riportare la musica nell’agenda della città. Oggi, alle 20.30, nel nostro Auditorium in via Sant’Abbondio 4, a Como (ingresso libero), l’evento ospita Bruno Dal Bon (direttore d’orchestra), Armando Calvia
(direttore artistico del Cinema Teatro di Chiasso), Dario Galetti (direttore artistico del Teatro San Teodoro di Cantù), Marco Longatti (architetto), Francesco Mantero (produttore musicale di Ottonote), Riccardo Busana (amministratore di Nerolidio Music Academy), Livia Porta (presidente dell’Associazione Carducci), Roberta Di Febo (presidente dell’Accademia Musicale Giuditta Pasta) ed Enzo D’Antuono (responsabile dello Spazio Gloria).
Un dibattito che metterà a confronto le esperienze di chi si occupa dei luoghi della musica sul Lario e in Canton Ticino. Se da una parte si cercherà di evidenziare il ruolo fondamentale degli spazi storici per l’economia musicale del territorio, dall’altra si darà voce alle nuove realtà nascenti. Senza però dimenticare che uno dei problemi più sentiti dagli operatori è la mancanza di progetti concreti per restituire all’arte dello spartito, ma non solo, luoghi che al momento sembrano non avere più un futuro; uno degli esempi più lontani da una vera e propria soluzione riguarda certamente il Teatro Politeama di Como.
È difficile parlare di musica e forse anche per questo le occasioni di riunire tutti a un tavolo e di discuterne con i cittadini sono rare, non solo a Como. Gli incontri ideati dal nostro giornale nascono proprio per dare voce ai professionisti, agli studenti, agli insegnanti e ai semplici appassionati che desiderano dibattere sul futuro di chi opera nel settore.
Anche questo secondo appuntamento sarà preceduto da un momento musicale promosso dal gruppo “Spazio alla Musica”: Samuele Cilia, Luca Indelli e Andrea Carella, trio per chitarra classica, eseguiranno Fantasia opera 251 di Ferdinando Carulli e Rondò di Paul Hindemith.
L’evento, che ha il patrocinio degli assessorati alla Cultura del Comune e della Provincia di Como, proseguirà venerdì 2 marzo, quando toccherà ai “Protagonisti” che hanno fatto della musica e dell’arte una ragione di vita: ci saranno i cantautori Davide Van De Sfroos e Garbo, e poi Barbara Minghetti, presidente del Teatro Sociale di Como, e Lorenzo Canali, conduttore e imprenditore radiofonico. Il quarto appuntamento, il 9 marzo, affronterà uno dei temi più delicati, ovvero le “Risorse”. Il microfono sarà diviso tra Mario Colombo, assessore provinciale alla Cultura di Como, Sergio Gaddi, assessore comunale alla Cultura, e Marcello Vitella, imprenditore e organizzatore di eventi. Quanto emerso da queste quattro serate verrà poi sottoposto, il 23 marzo, sempre alle 20.30, ai candidati alla carica di primo cittadino del capoluogo lariano.

Nella foto:
La galleria, la platea e il palcoscenico del cineteatro “Politeama” di piazza Cacciatori delle Alpi a Como, giunto in eredità al Comune e da anni inattivo e in attesa di restauri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.