La Pergolettese primo avversario del Como in campionato. Mister Contini il trascinatore

Lo stadio Sinigaglia visto dal Monumento ai Caduti

Una sfida vista molte volte in serie C in anni recenti, un derby lombardo che tornerà nel primo turno di campionato il prossimo 25 agosto allo stadio Sinigaglia.
La Pergolettese, avversaria degli azzurri, è infatti l’ex Pergocrema, fallito nel 2012, con la nuova proprietà che ne ha ereditato il titolo sportivo ma non il nome. Un club che è ripartito da zero nel 2012 e che lo scorso anno in serie D ha conquistato la promozione in C superando nel suo girone formazioni accreditate come la Reggiana (ora Reggio Audace) e il Modena. Artefice di questo successo, Matteo Contini, classe 1980, ex difensore di Napoli e Parma. A maggio dello scorso anno, dopo aver smesso di giocare e aver fatto il corso d’allenatore a Coverciano, Contini era entrato nello staff del settore giovanile della Pergolettese per guidare la formazione Allievi. Poi, dopo l’esonero di Ivan Del Prato dalla prima squadra, la scelta di chiamare Contini provvisoriamente, in attesa di cercare un tecnico più esperto. Ma con una lunga serie di vittorie l’ex difensore ha meritato la conferma: una fiducia ripagata con la promozione, ottenuta nello spareggio con il Modena (che comunque è poi stato ripescato).
La squadra di Crema (Cremona) domani incontrerà in amichevole il Piacenza del comasco Luca Cattaneo. Dalla scorsa stagione sono stati confermati meno di dieci giocatori; per il resto il gruppo a disposizione di Contini (composto da 28 atleti) è molto giovane. Infatti ora la società cerca 2-3 elementi che possano essere utili con la loro esperienza per la serie C. L’ultimo acquisto va in questo senso: è il centrocampista Alessandro Provenzano, 27 anni, che già giocato, tra altre con Lucchese, Pisa, Reggina e Cuneo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.