La poesia racconta l’emigrazione in Ticino

Fabiano Alborghetti Fabiano Alborghetti

Sabato 10 marzo alle 18 alla Torre d’angolo (sopra la  Libreria dei ragazzi), in via Paolo Torriani 9a a Mendrisio, ci sarà un incontro pubblico con i due scrittori “Premi svizzeri di letteratura 2018” ossia con Anna Felder e Fabiano Alborghetti. L’iniziativa è  in occasione dell’assemblea pubblica di “Chiassoletteraria”, la kermesse culturale ticinese attesa per il prossimo maggio, aperta a tutti e non solo ai soci che avrà luogo alle 17. Oltre al rinnovo del comitato e all’approvazione dei conti dell’associazione, sarà l’occasione per condividere alcune anticipazioni sul programma della tredicesima edizione della manifestazione.

Ad Anna Felder, luganese di Aarau, è
stato conferito il Gran premio svizzero di letteratura 2018 quale omaggio a una carriera di scrittrice raffinata e colta, autrice di opere non banali come “Tra dove piove e non piove”, “La disdetta”,
“Nozze alte”, “Le Adelaidi”.

Con lei, un altro laureato, lo scrittore, poeta, critico e animatore culturale Fabiano Alborghetti, autore di  recente dell’intenso romanzo in versi “Maiser” edito da Marcos Y Marcos di Milano e
dedicato a un tema si scottante attualità come l’emigrazione italiana in Svizzera. Entrambi sono soci dell’Assi, l’Associazione svizzera degli scrittori di lingua italiana. L’incontro sarà moderato dal poeta e
critico letterario Yari Bernasconi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.