La polizia locale moltiplica i controlli. Vigili nei quartieri di giorno e di notte

Una pattuglia della Polizia locale allo stadio Sinigaglia Una pattuglia della Polizia locale allo stadio Sinigaglia

Sette zone, dal centro alla periferia e almeno quattro pattuglie impegnate quotidianamente, «perché nessuna via del capoluogo resti scoperta e senza controllo». La polizia locale di Como rilancia il progetto del vigile di quartiere, che si trasforma rispetto al passato e diventa maggiormente presente sul territorio, oltre che più operativo. Al via anche il controllo notturno per 3 o 4 giorni a settimana.
L’unità operativa di intervento sul territorio – questa la definizione esatta del servizio nei quartieri – e i controlli notturni sono le novità principali della riorganizzazione del corpo della polizia locale annunciata ieri dall’assessore alla partita, Paolo Frisoni, e dal comandante Donatello Ghezzo. Obiettivo primario la massima operatività.
«Il personale negli uffici starà il meno possibile – sottolinea Ghezzo – Più della metà degli agenti, 42 su un totale di un’ottantina, farà parte dell’unità operativa».
La città di Como è stata suddivisa in sette zone – centro storico e lungolago; Borghi e via Milano; Garzola, Civiglio, Camnago Volta e Lora; Albate, Muggiò e Trecallo; Camerlata, Rebbio, Breccia e Prestino; Monte Olimpino e Tavernola; Ponte Chiasso e Sagnino – e le pattuglie si alterneranno nelle diverse aree dalle 7 alle 20 in base a un calendario predefinito.
«Le pattuglie copriranno ogni giorno 4 zone su 7 – spiega il comandante della polizia locale – Non ci sarà un giorno fisso di presenza in ciascun quartiere, ma il calendario sarà variabile. I vigili non saranno fermi in un punto in attesa dei cittadini, come avveniva in passato, ma si sposteranno a piedi o in auto, a seconda della situazione».
Vigile amico, ma non solo. «Ascoltare i cittadini è sicuramente un compito importante degli agenti – dice Frisoni – ma conta moltissimo l’attività di prevenzione e repressione. I vigili di quartiere, dunque, daranno le multe e interverranno direttamente oppure, in caso di necessità, allerteranno la centrale operativa e chiederanno la collaborazione delle unità specializzate nei diversi settori».
La centrale operativa resta attiva 24 ore su 24 con il servizio di pronto intervento. A questo però si aggiungeranno anche i controlli notturni.
«Facendo un grande sforzo, vista la carenza di personale, gli agenti hanno accettato di avviare anche questo servizio – dice Frisoni – Per 3-4 notti alla settimana, non in giorni fissi per garantire un effetto sorpresa, i vigili saranno sulle strade anche nelle ore notturne». La nuova organizzazione è già in fase di sperimentazione e funzionerà a pieno regime dal 12 gennaio prossimo, al termine delle festività natalizie.
Anna Campaniello

Articoli correlati

1 Commento

  • Alessandro , 20 Agosto 2018 @ 11:40

    Personalmente vedo uno scarsissimo controllo da parte delle forze dell’ordine a Prestino (Co), tutto qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.