Cronaca

La preside lascia il Caio Plinio. «Troppe diatribe e attacchi»

Il caso – La dirigente annuncia l’addio perché, a suo dire, l’aria all’interno dell’istituto cittadino di ragioneria è diventata irrespirabile e non è possibile «lavorare serenamente»
Magda Zanon: «Ho deciso autonomamente e da tempo di presentare domanda di trasferimento»
«Lascio il Caio Plinio». Con un comunicato stampa Magda Zanon, preside della storica ragioneria comasca “Caio Plinio Secondo”, annuncia ufficialmente di aver chiesto il trasferimento. Niente dimissioni, quindi, ma una domanda di spostamento in un’altra scuola.
La Zanon, secondo quanto si apprende dal comunicato, lascia il Caio Plinio perché l’aria all’interno dell’istituto era diventata irrespirabile. «Ho deciso autonomamente e da tempo di presentare domanda di trasferimento – scrive
la dirigente scolastica – come sette anni fa aveva fatto il preside che mi ha preceduto e per analoghe motivazioni: le mille diatribe interne, la mancata accettazione da parte di alcuni del ruolo e delle funzioni del dirigente, i continui attacchi pretestuosi e denigratori, tutte situazioni che neppure l’avvicendamento alla dirigenza ha sopito e che non consentono di lavorare serenamente».
Che il clima al Caio Plinio fosse pesante, lo si era capito da tempo. Ad aprile i vertici dei sindacati comaschi avevano incontrato l’Ufficio Scolastico Regionale. I docenti, diceva in quell’occasione la Cisl Scuola, muovevano alcune critiche alla preside sulla gestione della scuola; in particolare, l’accusavano di «prendere decisioni in modo verticistico». «Il mio ruolo impone di prendere scelte. Decisioni che possono anche non piacere a qualcuno, ma succede a tutti di non condividere un’opinione di chi gerarchicamente sta sopra», aveva replicato la dirigente.
Magda Zanon lascerà la scuola con tre «progetti rimasti nel cassetto». Innanzitutto, «una nuova piattaforma che consenta finalmente di far funzionare a dovere il registro elettronico», quindi «l’ammodernamento delle proposte didattiche» e, infine, «il programma di innovazione tecnologica, con il quale contavo di dotare i docenti e gli studenti di tablet o di pc portatili e di collocare nei due edifici scolastici altri schermi touch screen».

Andrea Bambace

Nella foto:
Magda Zanon, da sette anni alla guida dell’istituto Caio Plinio Secondo di Como
19 Mag 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto