Cronaca

La proposta di Paoletta, dj di Radio Italia: “Rendere obbligatori i corsi salvavita sui bimbi”

alt

Sanità ed emergenze
«Mediamente, una volta a settimana un bambino muore soffocato»

Una firma che vale una vita. La vita di un bambino. Magari, proprio del tuo, come nel caso della deejay radiofonica Paoletta. Nell’agosto scorso, grazie alla partecipazione a un corso della Croce Rossa di Erba, la dj, residente nel Comasco, ha salvato il figlioletto che ha rischiato di soffocare mangiando un biscotto.
Oggi, la speaker è promotrice di una petizione per chiedere che le lezioni sulle manovre salvavita diventino obbligatorie. “Salva la vita al tuo bambino” è la frase che compare

sulla raccolta firme promossa da Paoletta. La dj di Radio Italia sta facendo personalmente da testimonial per diffondere la petizione, in collaborazione soprattutto con i volontari della Croce Rossa Italiana.
La Cri organizza da tempo corsi per insegnare le manovre cosiddette di disostruzione pediatrica, indispensabili nel caso di rischio soffocamento. L’obiettivo della raccolta firme promossa da Paoletta è che la partecipazione a questi corsi diventi obbligatoria, in particolare per insegnanti, genitori, educatori e chiunque abbia a che fare con i bambini. La dj è pronta a chiedere un incontro con il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin per presentarle personalmente la petizione.
«Mediamente, una volta a settimana un bambino muore soffocato, ad esempio per aver ingerito un boccone troppo grosso – spiega la dj comasca – Se un adulto presente è a conoscenza delle semplici manovre salva vita infantili, in pochi secondi gli restituisce il respiro. Imparare queste manovre deve diventare un obbligo nelle scuole della prima infanzia e nell’ambito dei corsi preparto».
Oltre alla manovra di disostruzione, i volontari insegnano anche il massaggio cardiaco pediatrico. «La Croce Rossa Italiana non solo dispone di numerosi volontari formati appositamente per divulgare l’apprendimento di queste manovre – dice ancora Paoletta – ma ha anche implementato i corsi con nuove manovre, come l’insegnamento del massaggio cardiaco pediatrico».
Secondo i dati più recenti, circa 50 bambini in un anno in Italia muoiono per ostruzione da corpo estraneo. In dodici mesi inoltre, 700 piccoli hanno un arresto cardiaco per incidenti sportivi, cause respiratorie, infettive, neurologiche, traumatologiche o altro. «La sopravvivenza di questi piccoli é di circa il 10%. – si legge nella petizione – Alcuni dati della letteratura medica hanno dimostrato che il semplice massaggio cardiaco, effettuato da persone non mediche in attesa del soccorso avanzato, aumenta la possibilità di sopravvivenza ad oltre il 50%. Chiediamo allora che questi corsi completi diventino obbligatori per legge».
La testimonianza di Paoletta è ancora più efficace e forte proprio perché accompagnata da un’esperienza personale. La dj infatti era da sola con il figlioletto quando il bimbo ha rischiato di soffocare.
«Ho avuto la fortuna qualche mese fa di essere invitata dalla Croce Rossa a Erba, a un corso di disostruzione infantile – aveva raccontato la speaker – Se non fosse stato per questi angeli, non so cosa sarebbe successo. Io vi prego, mamme e maestre, tate e baby-sitter, fate questo corso, vale una vita». Nei giorni scorsi, Paoletta ha promosso la petizione anche a Etv, nel corso della trasmissione “Angoli”. Si può aderire alla raccolta firme dal blog della dj, ma anche organizzare banchetti di promozione e iniziative di sensibilizzazione.

Anna Campaniello

Nella foto:
La disk-jockey Paoletta ospite nei giorni scorsi nel salotto della trasmissione “Angoli” su Etv
17 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto