La Regione: «Abbattere i cormorani». Ma la Provincia non ha personale

Cormorano

Ci sono mille cormorani da abbattere. La lettera che l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, ha scritto ai presidenti delle Province di Como, Bergamo, Brescia, Lecco e Varese ha più o meno questo contenuto. Si chiede insomma ai presidenti di vigilare «sull’attuazione piano di contenimento dei cormorani approvato lo scorso settembre dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale». «Gli abbattimenti – ha aggiunto Rolfi – sono iniziati il 17 novembre 2018 e si concluderanno il 15 marzo 2019 e riguardano le province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Varese per un totale di 923 esemplari, pari al 10% dei cormorani conteggiati nella nostra regione».
Peccato che a due mesi dall’apertura del piano i capi abbattuti siano stati 59 e tutti in provincia di Lecco. Al momento le Province di Varese, Como, Bergamo e Brescia sono a quota zero.
«Si tratta di un intervento estremamente sentito e richiesto a gran voce dai pescatori lombardi – scrive sempre la Regione – L’incremento del cormorano ha determinato la riduzione di una quota sempre più significativa negli stock ittici, con effetti dannosi sulle produzioni e sulle attività di pesca professionale e sportiva».
«Conosciamo il problema dei cormorani alla perfezione – commenta il presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca – Io stesso ho più volte sollecitato una soluzione. Sono uccelli che arrivano a mangiare quasi un chilo di pesce al giorno. Sappiamo bene anche del problema dei cinghiali e dei cervi. Mi dica però la Regione come facciamo a intervenire con dieci persone per tutto il territorio provinciale. Ma per favore… È facile mandare le lettere. Prima almeno mandavano anche soldi e persone. Adesso scrivono e basta» tuona Bongiasca.
L’assessore Rolfi ha spiegato che comprende «le difficoltà legate allo scarso numero di agenti della Polizia provinciale, unici abilitati ad attuare il piano a causa degli effetti della legge Delrio» conclude l’assessore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.