La Russa: «Questa Europa dei burocrati non ci piace»

alt

A Erba – Parte la costituente della Destra italiana

Si chiama “Officina per l’Italia” ed è la costituente del nuovo partito di centrodestra che dovrebbe affiancare il Pdl-Forza Italia e la Lega nel campo dei conservatori italiani.
Un’officina nella quale sono al lavoro soggetti molto diversi tra loro: dagli ultraliberisti di Oscar Giannino a Magdi Allam, dai seguaci dell’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ai Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni e Guido Crosetto.
Un’officina che ha aperto i battenti anche sul Lario grazie agli Stati

Generali di Fratelli d’Italia, riuniti domenica scorsa all’Hotel Leonardo da Vinci di Erba. Una no stop di alcune ore sui temi dell’attualità amministrativa e politica organizzata dal senatore comasco Alessio Butti e conclusa con una cena e un’intervista pubblica a Ignazio La Russa, parlamentare di lungo corso e fino a pochi mesi fa coordinatore nazionale del Pdl.
La Russa ha definito una «scissione dolce» quella messa in atto da Fratelli d’Italia. E non ha alzato certamente i toni con i berlusconiani, rivelando anzi di essere stato qualche giorno prima a Palazzo Grazioli «a portare la solidarietà personale» al leader condannato in via definitiva per frode fiscale e vittima, sempre a detta di La Russa, «di un accanimento giudiziario lungo 25 anni». Tra le cose più interessanti emerse dalla conversazione con il cronista del Corriere di Como, Dario Campione (conversazione alla quale ha preso parte anche il sindaco di Grandate, Monica Luraschi), la possibile virata “euroscettica” della destra italiana.
«Non siamo contro l’Europa – ha detto La Russa – ma non ci piace questa Europa fatta di burocrati e di politiche dominate dalle scelte della Germania di Angela Merkel. Noi vogliamo un’Europa dei popoli, un’Europa che non sacrifichi gli interessi delle singole nazioni».
La Russa ha anche rivelato come il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, avesse chiesto prima del voto di febbraio di non insistere con la candidatura dei due marò prigionieri in India. «Avrebbero dovuto liberarli entro pochi giorni, ci fece sapere. E invece non è accaduto nulla».

Nella foto:
Ignazio La Russa domenica sera a Erba per gli “Stati Generali” di Fratelli d’Italia (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.