La scomparsa di Arduino Francescucci, dirigente sportivo e studioso di storia
Sport, Territorio

La scomparsa di Arduino Francescucci, dirigente sportivo e studioso di storia

Dirigente sportivo, storico, volontario a fianco degli ammalati: sono in molti in queste ore a ricordare con stima Arduino Francescucci, scomparso nella notte a 70 anni.  La sua ultima uscita pubblica fu lo scorso 24 maggio alle premiazioni del Coni  provinciale quando ricevette la Stella di Bronzo del maggiore ente sportivo italiano.

Da presidente della Polisportiva di Fino Mornasco ha lanciato una serie di ginnaste che si sono imposte ad alte livelli nel settore dell’artistica come Martina Rizzelli, Sofia Busato ed Erika Fasana. Un impegno pluridecennale premiato dalla loro partecipazione alle più importanti manifestazioni internazionali, Olimpiadi comprese.

Classe 1948, nativo di Ceprano nel Frusinate, Francescucci  – Cavaliere della Repubblica dal 2013 – viveva nel Comasco dall’età di 16 anni. Aveva anche una grande passione per la storia, che lo spinse a scrivere una ventina di libri. Era un grande appassionato delle vicende di Giuseppe Garibaldi e del Risorgimento. Sapeva tutto di Giuseppina Raimondi, sposa per un solo giorno dell’Eroe dei due Mondi nella villa di Fino Mornasco. Dell’epopea che ha fatto l’Italia aveva una collezione di 5mila pezzi: cartoline, medaglie, rari documenti e libri, tra cui un volume di racconti delle gesta garibaldine che risale al 1860.

Ma non solo. Arduino Francescucci, pur colpito da una brutta malattia, era anche un volontario che andava negli ospedali, soprattutto nei reparti oncologici, per motivare gli altri pazienti, per portare una parola di conforto, per spingerli a lottare.

Tra i personaggi che lo hanno ricordato in queste ore, oltre alle sue atlete, il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi e quello del Coni provinciale, Katia Arrighi, che anni fa era stata una giovane allieva nella squadra di ginnastica di Francescucci. “Una lacrima a ricordo di un uomo a cui devo molto e a cui ho voluto bene, profondamente” ha scritto il dirigente sportivo.

I premiati dal Coni provinciale nello scorso mese di maggio. Al centro della foto, Arduino Francescucci, in quella che è stata la sua ultima uscita pubblica. In quella occasione ricevette la Stella di Bronzo al merito sportivo
I premiati dal Coni provinciale nello scorso mese di maggio. Al centro della foto, Arduino Francescucci, in quella che è stata la sua ultima uscita pubblica. In quella occasione ricevette la Stella di Bronzo al merito sportivo
11 settembre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto