La scomparsa di Ines Figini, ultima testimone comasca delle crudeltà nei campi di concentramento

Ines Figini

Como ha perso l’ultima sua cittadina sopravvissuta all’Olocausto, testimone delle crudeltà dei campi di concentramento. A 98 anni è scomparsa Ines Figini.

A 22 anni, nel 1944, per aver difeso i colleghi in sciopero nella fabbrica in cui lavorava, Ines Figini, fu portata prima a Mauthausen, poi ad Auschwitz e a Ravensbruck. Dopo essere sopravvissuta a quell’esperienza negli anni ha portato il suo ricordo a eventi dedicati ai fatti avvenuti negli anni della Seconda Guerra Mondiale, soprattutto nel Giorno della Memoria.

L’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi aveva nominato Ines Figini Commendatore della Repubblica nel 2004 (nella foto sotto); lo stesso anno era stata insignita dell’Abbondino d’Oro.

La sua testimonianza in questo servizio di Espansione Tv dedicato ad una cerimonia per i deportati comaschi nei campi di concentramento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.