La tragedia sulle Alpi svizzere: tra le vittime anche un infermiere di Lurate Caccivio e la moglie di Castiglioni
Città, Cronaca

La tragedia sulle Alpi svizzere: tra le vittime anche un infermiere di Lurate Caccivio e la moglie di Castiglioni

Mario Castiglioni e la moglie Kalyna Damianova Mario Castiglioni e la moglie Kalyna Damianova

Sei vittime, tra le quali due comaschi e la moglie di uno di loro. È il drammatico bilancio della tragedia avvenuta sui monti svizzeri, nel Canton Vallese, tra Chamonix e Zermatt. Le autorità elvetiche hanno confermato il nome dell’ultimo degli alpinisti morti che è stato identificato. È Andrea Grigioni, 45 anni, infermiere di Lurate Caccivio.
Tra le vittime anche il capofila della spedizione che si è trasformata in tragedia, la guida alpina comasca Mario Castiglioni, 59 anni, da tempo residente in Svizzera. Con lui è morta anche la moglie, Kalina Damyanova, 52enne bulgara. La donna era stata indicata inizialmente tra i dispersi, ma le speranze di salvezza erano minime e ieri è stata comunicata anche la morte della 52enne.

La tragedia è avvenuta sulle Alpi del Canton Vallese, in Svizzera, nella zona di Pigna d’Arolla. A causa di una tempesta, la comitiva non è riuscita a raggiungere la propria meta – la Capanna Vignettes – ed è stata costretta a trascorrere la notte all’addiaccio, con temperature scese sotto zero: una situazione che si è

Mario Castiglioni (foto da Facebook) Mario Castiglioni (foto da Facebook)

rivelata fatale. Tra i ricordi dedicati a Castiglioni, quello delle Guide alpine italiane, firmato da Cesare Cesa Bianchi, presidente nazionale, e da Fabrizio Pina, responsabile regionale. Ecco il loro documento.

 La comunità alpina è stata appena toccata da un nuovo dramma. Sabato pomeriggio, in circostanze ancora indeterminate, diversi gruppi di sci alpinisti, che avevano lasciato alle prime ore del mattino la “capanna del Dix”, sono rimasti bloccati da una tempesta nel settore del Pigne d’Arolla, lungo la traversata Haute Route da Chamonix a Zermatt, impossibilitati a raggiungere la loro destinazione. Domenica mattina, dopo il passaggio del maltempo e nonostante un vento fortissimo, i soccorritori vallesi hanno recuperato i 14 alpinisti interessati. Purtroppo rimpiangiamo diverse morti, tra cui quella del nostro collega Mario Castiglioni e di alcuni dei suoi clienti.

 

Mario Castiglioni (foto da Facebook) Mario Castiglioni (foto da Facebook)

Mario Castiglioni era nato a Como il 13 maggio del 1959 ed era Guida alpina dal 1992, iscritta al Collegio regionale Guide alpine Lombardia. Era un alpinista di grande esperienza e vantava un lungo curriculum internazionale. Castiglioni aveva salito tre ottomila: il Manaslu, lo Shisha Pangma e il Cho Oyu, e delle Seven Summit il Denali, l’Aconcagua, l’Elbrus e il Kilimanjaro. Aveva scalato inoltre il Fitz Roy, il Cerro Torre, l’Aguja Guillaumet, El Capitan, Half Dome, l’Ama Dablam, l’Alpamayo e il Mont Kenya, per citare solo alcune delle vette da lui raggiunte. Esercitava la professione di Guida alpina a tempo pieno. Con la sua agenzia organizzava spedizioni e viaggi alpinistici in Italia e in tutto il mondo, spesso di alto livello, tanto che la sua clientela era frequentemente composta da alpinisti preparati, abituati ad andare in montagna, esperti a loro volta. La Haute Route Chamonix Zermatt era un itinerario ben noto a Castiglioni, una traversata classica che aveva percorso tante volte nella vita.

 Oggi, di fronte a questa tragedia, tutti i nostri pensieri sono rivolti alle famiglie e ai parenti delle vittime; vogliamo mostrare loro il nostro pieno sostegno e solidarietà, e facciamo del nostro meglio per assisterli e per aiutare a chiarire le circostanze di questa tragedia.

Desideriamo inoltre esprimere la nostra immensa gratitudine ai primi soccorritori del Vallese e della Svizzera per Air Glacier, Air Zermatt, Rega e Guide alpine svizzere.

2 maggio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto