«A settembre il ministro verrà a vederlo»

alt Il consigliere regionale Luca Gaffuri
Chiara Braga ha invitato il responsabile dei Beni culturali

(f.bar.) L’invito ufficiale è già partito. Chiara Braga, parlamentare lariana del Pd, a settembre, con ogni probabilità, dovrebbe portare in città il ministro dei Beni culturali, Massimo Bray. L’intenzione, tra i vari argomenti in agenda, è di parlare proprio del futuro di Palazzo Terragni. La volontà è mostrare questa meraviglia del Razionalismo e spiegare, direttamente sul posto, quali sarebbero le intenzioni della giunta Lucini.
«Ho parlato con Chiara Braga che mi ha anticipato

questa iniziativa per mandare avanti quanto deciso dal Comune di Como. A settembre ci sarà così l’occasione diretta per parlare con il ministro anche di questa idea», spiega il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri.
L’esponente del Partito Democratico ribatte poi a quanto affermato dall’onorevole lariano della Lega Nord Nicola Molteni che si era mostrato decisamente critico sull’idea di acquisire Palazzo Terragni.
«Francamente mi sembra un’uscita, seppur legittima, assolutamente fuori tempo – ha detto Molteni l’altro giorno – C’era proprio bisogno, in un momento così difficile per gli enti locali, di interessare il presidente Letta su questo tema? C’è il patto di stabilità, si discute di Imu e bilanci in rosso».
Ragionamento che non viene però in alcun modo condiviso da Luca Gaffuri. «Sono argomenti assolutamente distinti che non ha senso mischiare. L’idea e il progetto di riappropriarsi della Casa del Fascio rappresenterebbe un tassello decisivo per far conoscere nel mondo la città di Como quale simbolo e meta fondamentale per conoscere e studiare il Razionalismo. Soprattutto mi stupisce che un onorevole della Lega Nord, partito per anni impegnato nel propugnare il federalismo demaniale, alla prima occasione valida per ribadire un simile concetto decida invece di scagliarsi contro questa iniziativa».

Nella foto:
Palazzo Terragni, il monumento del Razionalismo che oggi ospita il comando provinciale della guardia di finanza (fotoservizio Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.