Cronaca

La signora Polti a processo: chiesti due anni

IL 30 MAGGIO LA SENTENZA
Due anni: è questa la richiesta della procura della repubblica nel processo che vede come imputato Teresa Napoli, meglio nota come la signora Polti. Secondo la tesi accusatoria, che ha portato ieri mattina alla richiesta di condanna, «al fine di evadere l’imposta sui redditi e l’imposta sul valore aggiunto» avrebbe emesso (in quanto amministratore unico della società finita nell’occhio della finanza) fatture ritenute fittizie grazie all’aiuto di società compiacenti. La difesa tuttavia ha sempre negato perentoriamente ogni addebito ritenendo quelle fatture regolari ed esistenti. Il giudice monocratico di Como leggerà il dispositivo della sentenza il prossimo 30 maggio.

Mauro Peverelli

12 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto