Cronaca

La soddisfazione di Butti (Pdl). «La buona politica si può fare»

I commenti dei protagonisti
«Le grandi opere si possono fare, addirittura concludendo i lavori in anticipo. Questo territorio ha bisogno di infrastrutture per essere più veloce e la Lombardia sta procedendo. L’ampliamento dell’A9, in un’area cruciale per la mobilità in direzione del Comasco e della Svizzera, consentirà di snellire il flusso di traffico e di aumentare il livello di sicurezza».
Il presidente della Lombardia Roberto Formigoni ha commentato con toni entusiastici l’apertura, con 10 mesi d’anticipo
, della terza corsia della A9 in direzione Nord.
«Questa regione lancia un messaggio positivo a tutta Italia – ha sottolineato il governatore lombardo – La strada dello sviluppo infrastrutturale imboccata è quella giusta e siamo l’unica realtà in controtendenza in un Paese sostanzialmente fermo. È possibile, e il risultato raggiunto oggi lo dimostra, dare una risposta concreta alla domanda dei cittadini di muoversi più rapidamente e delle imprese che chiedono strade per far correre più velocemente l’economia».
«Abbiamo bisogno di queste opere – ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Raffaele Cattaneo – non per cementificare la Lombardia ma perché questo territorio ha fame di strade. Il nodoso bastone dei fatti scaccia le polemiche perché a parlare sono i risultati. Ora, il prossimo passo deve essere la quinta corsia tra Lainate e la barriera di Milano Nord. Manca la firma del decreto ministeriale, ma credo che ci potrà essere tra pochi giorni e il cantiere dovrà partire entro l’estate per essere completato entro l’Expo».
Grande soddisfazione per il senatore lariano del Popolo della Libertà, Alessio Butti, storico promotore del progetto della terza corsia. «Ho creduto e mi sono molto impegnato per arrivare fin qui – ha detto Butti – Il risultato dimostra che c’è una politica buona. Provo orgoglio e soddisfazione ogni volta che percorro l’A9 perché ho fatto, con altri protagonisti, qualcosa di veramente importante per la mia comunità. I lavori saranno ultimati addirittura con ampio anticipo rispetto al cronoprogramma – ha aggiunto il senatore Butti – È la prova provata che accanto alle storture di una certa politica esistono anche esempi virtuosi come la realizzazione di importanti opere sul nostro territorio. Qualche anno fa la realizzazione della terza corsia della A9 era un sogno, entro l’estate sarà una splendida realtà».
«Il gioco di squadra è stato fondamentale – ha aggiunto Mauro Coletta, dirigente Anas – Oltre ad allargare la A9 sono stati fatti altri interventi per il territorio. Il prossimo obiettivo sarà completare tutti i lavori previsti per l’Expo 2015 nei tempi previsti».

Anna Campaniello

Nella foto:
Roberto Formigoni
26 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto