Cronaca

La Soprintendenza apre all’autosilo

alt

Artioli: «Pronti a valutare il progetto». L’Ance: «Speriamo sia la volta buona»

(a.cam.) La Soprintendenza è pronta a valutare il progetto di un autosilo sotto viale Varese. L’idea, proposta dall’assessore all’Urbanistica di Como Lorenzo Spallino, dovrebbe essere inserita nel Piano dei servizi del Comune di Como. L’esponente della giunta ipotizza la realizzazione di circa 400 posti auto a servizio del centro città.
L’idea non è nuova. Negli anni, è stata ciclicamente rilanciata e sono stati promossi anche alcuni studi preliminari per verificare la fattibilità

del progetto. «È un tema studiato già oltre vent’anni fa – sottolinea Alberto Artioli, soprintendente per i Beni architettonici di Milano – Ricordo una prima proposta dell’Unione Industriali e una prima richiesta di un parere. A priori, naturalmente, non è possibile dare un parere o formulare ipotesi, ma certamente, nel momento in cui ci sarà un progetto, faremo le valutazioni del caso. Sarebbe necessario poi interpellare anche la Soprintendenza archeologica».
In un documento redatto tra il 2003 e il 2004, dopo un’analisi del sottosuolo, era stata messa nero su bianco la possibilità di scavare fino a una profondità di 3,80 metri senza difficoltà. «A livello archeologico – spiega Artioli – almeno fino a una certa profondità non dovrebbero esserci problemi particolari sul fronte reperti, perché si tratta di terra di riporto. Piuttosto, occorre prestare particolare attenzione alla progettazione di rampe di accesso e ascensori, per evitare problemi dal punto di vista monumentale e paesaggistico. Finora non sono ancora stato contattato personalmente dall’attuale amministrazione comunale di Como. Nel momento in cui fossi interpellato c’è la massima disponibilità al confronto».
Pronto al confronto con Lorenzo Spallino anche Angelo Majocchi, consigliere dell’Ance, Associazione nazionale costruttori edili di Como. Proprio la sua impresa era stata una di quelle coinvolte in passato nell’ipotesi di un autosilo in viale Varese. «Era stato fatto uno studio preliminare che siamo pronti a mettere a disposizione dell’assessore Spallino e sul quale siamo pronti anche a un eventuale confronto – dice Majocchi – Credo che sia fondamentale, però, che l’amministrazione comunale chiarisca innanzitutto se davvero vuole concretizzare l’opera. In questo caso, bisogna muoversi coinvolgendo le soprintendenze interessate».
L’imprenditore edile comasco auspica la realizzazione del progetto. «Ciclicamente se ne parla e riemerge l’ipotesi – afferma Majocchi – Mi auguro che questa possa essere davvero la volta buona. I commercianti del centro storico e anche gli stessi residenti ne avrebbero veramente bisogno. Se l’assessore Spallino ci chiederà il materiale già prodotto in passato, gli daremo sicuramente tutte le informazioni che abbiamo. Credo che in questa fase si debba fare uno studio di massima sul quale poi avviare subito il confronto con le soprintendenze. A livello di finanziamento penso che la strada più percorribile sarebbe quella di un partenariato pubblico-privato, una soluzione sperimentata con successo in numerose città parlando di parcheggi. Il primo passo è accertare con chiarezza che l’amministrazione sia davvero determinata a concretizzare l’opera».

Nella foto:
L’autosilo dovrebbe venire realizzato sotto i giardini tra viale Varese e le mura medievali del capoluogo lariano. Non è la prima volta che si parla di una simile ipotesi, ma fino a questo momento ogni progetto è rimasto nel cassetto (foto Fkd)
19 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto